Utente 156XXX
Buongiorno, sono un uomo di 33 anni

Prima della richiesta faccio un piccolo escursus. 5 anni fa sospettai un infarto, portato in ospedale fui esaminato approfonditamente e alla fine si scopri (tramite gastroscopia) che avevo una gastrite media senza helicobacter. Si scopri anche che avevo avuto un attacco di panico. Mi sono curato con una certa disciplina (non sono riuscito però a smettere di fumare). Per due anni non ho bevuto, mangiato fritti o cose simili. La gastrite è passata. Dal lato ansia sono stato curato con paroxetina e ansiolin. E due anni fa ho inziato gradualmente a lasciarli perchè stavo meglio. Due anni fa però sono stato operato di colicisti. Quest'anno per sospetti diverticoli ho fatto un clisma opaco rilevando però solo un colon irritabile.
La cosa che mi ha sempre dato fastidio sono i dolori intercostali e al braccio sinistro, si spostano, vanno e vengono. Nell'ultimo anno non ne ho avuti, ma nelle ultime settimane sono ripresi. Ho ricominciato a prendere un po' di ansiolin che avevo ancora. Qualcosina fa ma il nervoso è sempre alto. Ieri sera il dolore al petto (intercostale) invece di durare pochi minuti è durato alcune ore. Anche con antidolorifici non è passato fino a quando non mi sono addormentato. Andare in ospedale confesso che un pò mi scoccia, mi rifarebbero tutto da capo tenendomi li dei giorni. Con il mio dottore il primo appuntamento è fra una settimana.... Nel frattempo che faccio????

P.S. tutto quello che ho avuto mio padre lo ha avuto prima di me....

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Beh, innazitutto se fosse davvero preoccupato avrebbe gia' smesso di fumare. QUindi ne deduco che non e' impaurito.
Per togliersi il dubbio che lei abbia problemi coronarici esegua un ECG sotto sforzo ben fatto, al cicloergometro. Cordialita'
[#2] dopo  
Utente 156XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio per la celere risposta, impaurito lo sono anche se non è facile smettere di fumare. La domanda però, in attesa dell'ECG è se secondo Lei un dolore cosi prolungato può essere un normale dolore nervoso/muscolare o piuttosto un dolore cardiaco.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Guardi "non riesco a smettere" e' una scusa. Tutti quelli che hanno un infarto od un ictus cerebrale smettono immediatamente apena ricoverati in intensiva...proprio per paura. A volte, passata la paura , a volte riprendono. E quindi e' per la paura delle malattie. Se li fuma rischia noetolmente il cancro al polmone, infarto, ictus invalidante, tumore dell'intestino, diminuzione dell'erezione e son certo che ne e' a conoscenza. Quindi il dolore che lei ha avuto non la deve preoccupare. Cordialita'