Utente 174XXX
Salve, sono un ragazzo di 28 anni.
Da circa 3-4 anni ho una facilità incredibile a contrarre raffreddore e influenza più volte l'anno. Questo nonostante faccia Ismigen per 3 mesi (10 giorni al mese), a partire da Settembre, e una compressa al giorno da 1 grammo di vitamina C.
Quello che ho notato è che il mio ammalarmi segue uno schema che si ripete sempre alla stessa maniera: mi si ingrossa prima una tonsilla (o un linfonodo, non so), non entrambe, soltanto una. A distanza di 24-36 ore circa da questo rigonfiamento, la tonsilla (o linfonodo) si sgonfia e a quel punto subentra raffreddore e/o febbre.
Vorrei sapere qualcosa circa questa mia situazione, se è qualcosa di comune o di singolare, e se ci sono degli esami o delle precauzioni da prendere.
Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

dovrebbe rivolgersi al Suo medico curante per effettuare degli esami per studiare il Suo assetto immunitario.
Durante la fase acuta (quella della febbre) si è fatto visitare dal Suo medico?

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 174XXX

Iscritto dal 2010
No non mi sono fatto visitare, anche perchè la febbre solo poche volte è stata di grado notevole. Sono febbriciattole e raffreddori lievi, che tuttavia mi vengono più e più volte l'anno. Sono comunque intenzionato a sottopormi a tutti gli esami necessari, anche se quando sono stato dal medico per descrivergli la situazione egli mi ha appunto dato Ismigen e vitamina C. Ora non so dire se senza questa cura la situazione sarebbe stata peggiore, ma so comunque che sono 2-3 anni che faccio all'inizio dell'autunno questa terapia e ciònonostante mi ammalo comunque sempre con molta facilità.
Grazie per l'attenzione.
[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

Le consiglierei di farsi controllare dal Suo medico curante durante la fase acuta (speriamo comunque che non si presenti più!) per stabilire la natura della tumefazione (linfonodo?) e poi, Le ripeto, per studiare il Suo assetto immunitario.

Cordialmente
[#4] dopo  
Utente 174XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio per la risposta e il consiglio. Buon lavoro.