Utente 175XXX
Buongiorno, da qualche settimana sono stata sottoposta ad ablazione per una tachicardia ventricolare tra l'altro attualmente credo con ottimi risultati. Adesso che ho risolto questo problema sogno una gravidanza. Sono stata sottoposta anche a coronarografia. Tra studio elettrofisiologico e ablazione c'hanno messo 4 ore e la mie domande sono le seguenti: dopo tante radiazioni per le indagini diagnostiche quanto devo aspettare per una gravidanza? Le radiazioni quanto ci mette il corpo per smaltirle? Sono quantità pericolose?
Per quanto riguarda la tachicardia ventricolare se all'holter di controllo sarà tutto ok mi posso ritenere guarita? Grazie in anticipo, cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,
per l'eventuale danno fetale ciò che conta è che la paziente non si trovi in stato di gravidanza accertata o presunta AL MOMENTO dell'esposizione alle radiazioni ionizzanti (raggi X). Non c'è quindi alcun problema se si desidera cominciare una gravidanza DOPO l'esposizione stessa.
Per quanto riguarda la tachicardia ventricolare, se all'Holter non verranno riscontrate aritmie maggiori sarà senz'altro un ottimo segno prognostico, ma solo il cardiologo curante potrà certificare la "guarigione", dopo aver eseguito gli ulteriori esami che dovesse eventualmente ritenere opportuni.
Auguri!
[#2] dopo  


dal 2010
La ringrazio per la cortese risposta, mi è stato d'aiuto. Grazie e buona giornata!