Utente 164XXX
Buongiorno.
Mio figlio è stato operato a 14 mesi per un criptorchidismo monolaterale sinistro; l'intervento è andato bene e il testicolo risulta in sede.
Dopo 5 giorni dall'intervento il chirurgo mi ha fatto ritornare in studio per togliere i punti ed ha prescritto una breve terapia ormonale di 3 settimane, ricontrollandolo alla fine della stessa. Esito: testicolo sempre in sede, tutto nella norma.
Considerando che dopo l'intervento è stato controllato già due volte in meno di un mese, dopo quanto tempo dovrei far ricontrollare mio figlio, e che tipo di controllo bisogna fare (solo obiettivo, ecografico ecc.)?
faccio questa domanda perchè il chirurgo mi ha dato un nuovo appuntamento fra due mesi...e a me sembra che si stia un po' esagerando.
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio F. A. Cutrupi
28% attività
4% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Gent.mo

normalmente ogni chirurgia prevede i propri controlli e soprattutto ogni chirurgo sceglie sino a quanto tempo controllare l'esito chirugico.

normalmente non esiste un modo tipico o prescritto.
localmente le ferite sia inguinali che scrotali devono essere asciutte, il testicolo operato deve assumere le dimenisoni del controlaterale, soprattutto dopo una terapia ormonale.

per tale motivo personalmente seguo i piccoli operati in modo diverso, ad una settimana, un mese, tre mesi per il primo anno.
poi lo rimando al pediatra curante e lo rivedo se non vi sono problemi a distanza di un anno dall'intervento.

poi a 3 , poi a 5 sino a raggiungere la pubertà.

ma come le dicevo più sopra ognuno ha il suo metodo.

spero di esserle stato utile.

cordialità e saluti a messina.
[#2] dopo  
Utente 164XXX

Iscritto dal 2010
Salve Dr. Crupi e grazie per la risposta.
Io sono d'accordo con tutto quello che lei afferma.
Nel caso di mio figlio il testicolo risultava già dall'ecografia di normali dimensioni ed ecostruttura; dall'ultimo controllo è risultato tutto a posto comprese le ferite (mi è stato detto che il bimbo può fare di tutto senza limitazioni, bagnetto, triciclo ecc..).
Sono d'accordo anche sul fatto che ogni medico abbia i propri metodi, tuttavia, man mano che vanno avanti i controlli, dal punto di vista economico, pagare ogni visita come se fosse la prima, comincia a diventare eccessivamente oneroso, specie se le visite sono troppo ravvicinate. Sottolineo che non si tratta di ecografie, ma si parla di esame obiettivo, almeno fino ad ora. Io ho a cuore la salute di mio figlio, ma deve darmi atto che in alcuni casi, si esagera un po'. Da ricerche fatte su internet, su siti autorevoli anche di strutture ospedaliere di tutta Italia, si parla mediamente di controlli a 5-6 mesi, a un anno e così via fino alla pubertà; se ci sono delle linee guida in tal senso penso ci sia un motivo. Poi ogni medico può fare quel che vuole questo mi è chiaro. La ringrazio ancora per la cortesia e la saluto cordialmente.