Utente 176XXX
Da alcuni giorni, quando mi sdraio a pancia in su, sento un battito del cuore molto forte e strano al centro del petto e di seguito un piccolo bruciore sempre localizzato nel petto ma più verso sinistra.
E' difficile da descrivere... Lo strano battito è uno solo e assomiglia al vuoto d'aria che si sente quando si va sulle montagne russe. Questa è la somiglianza più vicina che ho trovato. Il bruciore dura all'incirca una decina di secondi.
Altri episodi simili mi sono successi anche da eretto già da 2-3 anni(ma più di rado e meno sistematicamente) e mi hanno spaventato molto.

Per il resto: ho sempre sofferto molta fatica a correre e il mio battito quando corro o faccio altre attività fisiche è sempre abbastanza alto. Alle scuole superiori il mio professore di ed.fisica ci faceva monitorare il battito ed io avevo sempre il più alto (vicino alla soglia dell'infarto) ed era abbastanza lungo farlo ritornare normale.
Sono abbastanza ansioso di carattere, il che mi porta alcune volte a delle leggere difficoltà respiratorie. Qualche volta penso di rimanere in apnea senza volerlo.
C'è da dire inoltre che appena nato ho avuto, da quanto ho capito dai discorsi dei miei genitori, uno pneumotorace causato dal fatto che il liquido amniotico è entrato nei polmoni e sono stato salvato per un pelo. Inoltre ho subito da poco (17 giorni) una circoncisione.

Questo è tutto ciò che posso dirvi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Il sintomo che descrive è caratteristico di extrasistolia isolata, evento che può presentarsi in tutta la popolazione sana e che non ha alcuna rilevanza clinica.
Niente a che vedere quindi nè con l'inalazione di liquido amniotico (che NON provoca pneumotorace!), nè con la Sua frequenza cardiaca costituzionalmente elevata (che NON provoca l'infarto!).
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 176XXX

Iscritto dal 2010
@Dr. Fedi: io ho cercato di elencare tutto ciò che poteva essere d'aiuto senza presumere che fossero legate ma comunque mi sembrava giusto menzionare. Per il pneumotorace sicuramente ho capito male io...
La frequenza cardiaca comunque non è elevata sempre ma solo sotto sforzo. Ogni qual volta io corra sono intorno ai 180 battiti con sudorazione fredda e la vista mi si annebbia. Un paio di volte sono mezzo svenuto... Non so, probabilmente sono poco allenato.
Comunque sono contento di sentire che quel battito è una cosa normale e la ringrazio.
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Il raggiungimento di frequenze cardiache estremamente elevate è senz'altro poco salutare, ma non può provocare un infarto. Un regolare programma di allenamento svolto sotto controllo di esperti, invece, renderà sempre più agevole il raggiungimento di migliori performance fisiche e cardiache.
Cordiali saluti