Utente 177XXX
Buongiorno, volevo chiedervi un parere sulla mia situazione che di seguito sintetizzo: Sono un uomo di 44 anni, sposato, pratico running amatoriale e conduco una vita equilibrata. Da fine Aprile durante i rapporti con mia moglie (molto frequenti e continui nello stesso giorno) ho iniziato ad avvertire del calore/bruciore al glande che passava da solo; tale sensazione a volte si manifestava durante le prime spinte con conseguenza di eiaculazione precoce. Ho supposto, da profano, che il bruciore fosse dovuto all'ambiente acido della vagina in quanto mia moglie, in tale periodo, ha iniziato a prendere la pillola (Yaz). In avanti il bruciore si manifestava dopo la minzione con arrossamento del glande e soprattutto del frenulo. Il medico curante mi ha consigliato di fare l'urinocultura e lo spermiogramma (rusultati negativi) ed una visita Dermatologica. Il dermatologo ospedaliero che mi ha visitato mi ha diagnosticato una balanite prescrivendomi un a crema locale e un sapone neutro . Dato che il bruciore era quasi continuo e l'E.P a volte si ripeteva, mi sono rivolto ad un Urologo/Androlo a Napoli (molto noto), che mi ha visitato trovando la prostata ingrossata affermando che il problema dell’eiaculazione precoce era dovuto proprio all’infiammazione.
La diagnosi: Prostata medicamente aumentata di volume liscia regolare piuttosto xxxomosa
ben delimitabile L’espl. Profonda tende a ridurre le dimensioni, provoca un certo dolore e da
esito all’emissione di liquido prostatico in quantità significativa.
La diagnosi:
Azuma 4 Crono (1 cmp al mattina e una bustina alla sera)
Ciproxin cmp 500 1 cmp ogni 12 ore x 7gg
IPB tre 1 cmp al dì al pasto principale
Dopo sette giorni al controllo mi ha prescritto altri 7 gg.di Ciproxin.
Sia alla prima che alle successive visite non mi ha mai prescritto esami particolari o indagini (forse troppo sicuro di se). All’ultima visita fine Giugno – Inizio Luglio (massaggio prostatico) si pronunciava favorevole alla situazione, però alla mia domanda sull’E.P mi rispondeva in modo sgraziato.
Ad oggi il problema non sembra risolto del tutto e vorrei chiedere se è necessario eseguire altre indagini o assumere antinfiammatori più efficaci. Consigliandomi anche un altro medico per Napoli e se devo rifare anche la visita dermatologica.
Voglio precisare che prima di quanto descritto nel mese di Marzo ho assunto i seguenti medicinali per un dolore lombale.
Axin C – 1 cmp x 2 volteal dì lontano dai pasti x 45 gg
Normast 600 – 1 cmp al dì per 20 gg
Magnetoterapia lombale
Sperando in un vostro aiuto, prima di perdere la testa su quanto si legge in rete, auguro buon lavoro.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
mi pare che il collega non abbia fatto gran gran figura. ora le prostaititi possono accompagnarsi a sintomi sessuali (eiaculazione precoce, deficit erettivo) che possono saprire o meno una volta rimossa la causa scatenante (infiammazione prostatica. Se permane eiaculazione precoce spesso è di origine psicogena, ma di qua è solo ipotesi. Lo chiedada direttamente al collega. In base alla risposta si può regolare di conseguenxza.