Utente 177XXX
Gentili Dottori,

vorrei un vostro parere a riguardo degli esiti dovuti ai peeling. Sono permanenti?

A febbraio 2010 mi sono sottoposta ad un peeling con acido glicolico, se non erro al 70%, per eliminare piccole cicatrici dovuti all'acne. Ma ho avuto l'effetto contrario, invece di eliminare le cicatrici se ne sono formate delle altre (secondo il mio dermatologo non sono tali). In particolare su di un lato della bocca ci sono parti bianche, poi segni simili a smagliature rialzate sul mento (questi ultimi sono dovuti ad un peeling fatto quasi due anni fa). Il dermatologo mi ha detto che essendo ''pelle nuova'' si deve abbronzare e con il tempo tornerà ad essere del colore del resto della mia pelle, ma nonostante sia andata al mare sono rimasti tali.. c'è da dire che ho messo una protezione 30; ed inoltre ho ancora una parte rossa e rialzata (in questa parte il peeling è stato più forte infatti si era anche gonfiata il giorno dopo il trattamento).. certamente adesso è meno rossa di qualche mese fa ma persiste ad essere tale.

Vorrei sapere se con il tempo questi segni si attenueranno..o se dovrei usare quelcosa di specifico.

Ormai ho perso fiducia nel mio dermatologo, adesso sto andando da un' estetista qualificata per delle pulizie del viso e non so se mettermi alla ricercare di un altro dermatologo perchè oltre a questi segni, ho ancora una pelle che non trova pace.

Grazie.

Cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
è ben difficile causare cicatrici con applicazioni di ac.glicolico, se non impossibile, giacchè la potenza di questo acido permette solo peeling superficiali,,a livello degli strati superiori dell'epidermide.
Certamente lasciato molto a lungo su pelle lesa potrebbe dare qualche crosta dovuta ad exoserosi,a testimonianza dell'impegno dermico, ma sempre lesioni reversibili.
Al massimo discromie temporanee.
Senz'altro si dovrebbe verificare quale è la sua obiettività cutanea, per poi comprendere il da farsi.
Comunque è ben difficile trattare efficacemente cicatrici acneiche con un ac.glicolico e alcune pelli , sensibili e sottili sarebbe meglio valutarle attentamente .
Le consiglio al massimo di cercare un'altro specialista che le dia più fiducia, se proprio non vuole tornare dal suo, perchè si può veramente fare molto.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 177XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio Dott. Griselli.
Mi ha davvero rincuorato.

Quello di due anni fa non ricordo se è stato fatto con ac. glicolico, so solo che mi gonfiò il viso e stetti ben circa 5 mesi col viso rosso. Sono stata per tutto il periodo molto a disagio! Il mio dermatologo non mi avvertì delle conseguenze quindi dovetti scoprirlo quando ormai era troppo tardi. Nonostante ciò a Febbraio 2010 mi ritentai con un peeling più leggero.. ma me ne sono molto pentita a causa di questi segni che le ho citato.

Quindi i peeling di qualsiasi tipo non lasciano ''cicatrici'' indelebili? Anche se ormai, per alcuni segni, sono passati due anni?

Mi scusi se insisto su questo argomento, ma sono rimasta molto delusa.

Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Non di qualsiasi tipo, stiamo parlando dell'acido glicolico.
Ben diverso può essere , per es. un TCA (tricloroacetico), perchè cambia l'acido, che è più aggressivo. E ce ne sono anche ben più aggressivi.
Se si effettua comunque una selezione dei pz, e si attuano i normali protocolli e procedure, è assai difficile lasciare reliquati permanenti di quel genere (diverso potrebbe essere il discorso sulle discromie), perchè il controllo del medico è totale sui processi di applicazione dell'agente utilizzato per il peeling.
E anche il post peelings viene spiegato e seguito.
Non so cosa sia successo , andrebbe vista.
Cordialità