Utente 178XXX
Salve sono un ragazzo di 22 anni,il 26 settembre mi sono tagliato il tendine del flessore profondo dell anulare sinistro!.Stamane ho tolto la stecca e adesso dovrei incominciare con la fisioterapia.Vedo che il dito nn riesce a flettere proprio nell ultima parte del movimento per chiudere la mano a pugno!.inoltre non ho una estensione completa di tt il dito!.Ho paura che non potrò mai tornare ad avere il dito come prima.!Nei prossimi giorni dovrei risalire a Bologna(perchè studio li)e dovrei richiedere una visita fisiatrica!.Spero di aver esposto nel miglior dei modi il mio problema!Ringrazio anticipatamente!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Il flessore profondo è il tendine che deve flettere l'ultima articolazione del dito (quella vicina all'unghia).
In genere il tendine in questi casi viene riparato suturando fra loro le due estremità e aggiungendo un particolare sistema di altri fili spesso accompagnati da un bottone da camicia che può essere fissato all'apice del dito o sull'unghia. Questo sistema che si chiama pull-out ha lo scopo di consentire la mobilizzazione del dito e quindi lo scorrimento del tendine anche se il tendine non è ancora guarito, in modo da evitare possibili aderenze fra il tendine stesso e le pareti della guaina in cui scorre. Se ha portato una stecca per un mese è possibile che si siano formate aderenze, ma è anche possibile che la difficoltà a muovere sia dovuta alla rigidità da immobilizzazione. Concordo con il Suo proposito di farsi visitare da un Fisiatra in modo da cercare di recuperare il prima possibile la motilità
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
IL taglio dell operazione nn è stato effettuato all apice del dito,ma è stato fatto all esterno(sulla parte sinistra)e all interno, piu o meno all altezza dell inizio della flessione!Probabilmente hanno usato un altra tecnica!Con questo tipo di operazione potrò riprendere a estendere il dito e a fletterlo come gli altri????Che tipo di tecnica hanno utilizzato?La ringrazio di Cuore.Sono estremamente afitato per paura di non poter riprendere le funziuonalità del mio dito
[#3] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
Vorrei chiedere inoltre se è utile provare a fare movimenti in una bacinella con dell acqua calda in modo da far aumentare il livello sanguigno dei capillari del dito!.Graziee mille per il vostro supporto!
[#4] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
E' ovvio che il taglio non è all'apice del dito (dove il tendine non c'è) ma in corrispondenza della lesione del tendine. All'apice del dito ci sarebbe stato un bottone se fosse stata usata la tecnica del pull-out (può vedere qui un'immagine che può chiarire l'idea (la seconda coppia di foto in http://www.ortobrixia.it/lesionitenddita.htm )
Che tecnica hanno usato lo deve chiedere a chi L'ha operata (e al quale deve rivolgersi per fugare i dubbi)
Allo stesso chirurgo deve chiedere tempi di riabilitazione perché in genere il tendine richiede 6-7 settimane per guarire. Visto che è passato solo un mese potrebbe trattarsi di una lesione incompleta.
Per quanto riguarda gli esiti a distanza non è possibile fare previsioni: il risultato si vedrà strada facendo
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
Gentilissimo la riongrazio!,solo un'ultima cosa Vorrei sapere se lei mi consiglia 'listituto rizzoli per una visita fisiatrica!Anche a pagamento,per non far passare molto tempo.ese è l istituto adatto per tale riabilitazione.
[#6] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Può rivolgersi al Rizzoli, poi il Fisiatra Le indicherà le terapie da fare e dove farle
Cordiali saluti