Utente 179XXX
buon giorno gentili dottori. vi espongo il mio caso:
circa 2 anni fa ho cominciato ad avere difficoltà respiratorie con la brutta sensazione di non riuscire a soddisfare il respiro. il mio medico non notò nulla di particolare ascoltando i polmoni e mi spedì dal cardiologo per escludere problemi al cuore. l'elettrocardiogramma sotto sforzo non ha evidenziato nulla. il cardiologo parò di dispnea sospirosa. mi disse che non c'era bisogno di cura e che sarebbe passata sola. questa sensazione che mi accompagna quasi tutta la giornata con dei momenti in cui peggiora, non è passata. il mio medico allora mi ha prescritto una serie di esami del sangue. ho fatto funzionalità renale, epatica, emocromo, tiroide, colesterolo, glicemia, azotemia, insomma un pò di tutto, anche un emogas. tutto nella norma. il mio medico mi ha rassicurato che non si tratta di nulla di grave, forse qualche allergia e così mi ha indirizzato da un allergologo e pneumologo. la spirometria è risultata nella norma. anche la visita pneumologica nella norma. ai test allergici sono risultato allergico agli acari, alla polvere e alla lana. l'allergologa ha parlato di asma intermittente anche se quando ho questa difficoltà non si sentono fischi o ostruzioni nelle vie repsiratorie. ci tengo a precisare che la difficoltà a respirare aumenta con lo sforzo fisico. comunque, mi ha prescritto il ventolin in caso di crisi forti. il ventolin non da alcuni benefici. ora devo tornare per fare anche test alimentari. la dispnea peggiora se bevo birra o alcolici amari, monenegro ad esempio. ho notato che c'è un immediato peggioramento. peggiora anche con il caffè, anche decafeinato, e con il cioccolato. spesso i peggioramenti sono accompagnati da difficoltà a deglutire il cibo e difficoltà a respirare con il naso, sembra di soffocare. sento il colo come strozzato ma non si vedono ne gonfiamenti ne sfoghi cutanei. ora ho appuntamento dall'allergologo. in attesa di cio vorrei un vostro parere.
grazie in anticipo e scusate la lunghezza del messaggio ma credo sia meglio descrivere bene il sintomo.
a dimenticavo, sono un ragazzo di 25 anni, non ho mai sofferto d questo problema prima dei 23 anni.
grazie in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
E' difficile dare una risposta esauriente a distanza in una situazione così difficile. Gli acari possono c'entrare e scatenare una reazione allergica. Sarebbe opportuno eseguire un test di provocazione bronchiale con metacolina per escludere una forma asmatica. Altrimenti sarebbe opportuno usare una terapia per un paio di settimane e vedere cosa succede.
Cordiali saluti