Utente 159XXX
sono una donna di 55 anni affetta da reni policistici.Negli ultimi due anni ho frequenti coliche renali con eliminazione di piccoli calcoli. Attualemente prendo giornalmente pastiglia di MICARDIS 80 per ipertensione, LESCOL per ipercolesterolemia. Ho effettuato le analisi la scorsa settimana, dopo aver avuto dieci giorni prima una colica renale, e ho i seguenti valori: urea 61, creatinina 1,14. GFR 51, urato 6.79, proteine totali 24h. 0.09, . Vorrei sapere un suo parere circa la mia funzionalità renale. ringrazio e saluto
[#1] dopo  
Dr. Rita Caponetti
24% attività
0% attualità
8% socialità
GROSSETO (GR)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,
se la sua diagnosi è realmente di Rene Policistico e non si tratta quindi solo della presenza di cisti renali semplici, se cioè Lei ha avuto parenti diretti ( intendo il padre o la madre ed eventuali fratelli o sorelle) con la stessa patologia, dovrebbe essere già a conoscenza che è una patologia evolutiva e che con il tempo si manifesterà clinicamente con l'insufficienza renale. In considerazione però della sua età e dei valori da Lei riportati, che sono solo di poco alterati, sembra una forma poco "aggressiva".. probabilmente potrà continuare ad essere curata con la sola terapia conservativa per altri anni ed io glielo auguro ... diciamo che " se il buon giorno si vede dal mattino".. per ora, in considerazione della patologia che riferisce, è stata abbastanza fortunata, perchè si sta manifestando molto lentamente.
Gli episodi di colica che Lei lamenta sono molto frequenti nei Pz con Rene Policistico e non possono essere prevenuti in modo diverso da chi ha calcoli renali... buona idratazione e poco sale nell'alimentazione... terapia sintomatica in corrispondenza dell'episodio di colica.. Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 159XXX

Iscritto dal 2010
gentile dottoressa, la ringrazio per la sua risposta. le confermo la diagnosi della mia malattia, sia mia nonna che mia mamma erano affetta della stessa patologia. Noi siamo tre fratelli, due con reni policistici, e uno non ha contratto la malattia. Le volevo chiedere se mia figlia di 28 anni, dal momento che dall'ultimo controllo ecografico non ha evidenziato nessuna patologia, può considerarsi esente dalla malattia e se in questa condizione può stare tranquilla per la trasmissione ai suoi futuri figli. Di nuovo la ringrazio e le auguro buon lavoro.
[#3] dopo  
Dr. Rita Caponetti
24% attività
0% attualità
8% socialità
GROSSETO (GR)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,
se sua figlia a 28 anni non manifesta ancora alcuna alterazione, direi che in linea di massima può stare tranquilla. Se dovesse desiderare una gravidanza, potrà ripetere un ulteriore controllo ecografico per sicurezza.
I figli dei portatori di Rene Policistico hanno il 50% di probabilità di ereditare la malattia,che è un rischio molto alto, ma hanno ugualmente il 50% di probabilità di essere sani, da questo punto di vista... come suo fratello. La patologia è dominante, cioè non si può essere portatori sani, se c'è l'alterazione, c'è la malattia: quindi se sua figlia non presenta alterazioni può pianificare le gravidanze che desidera e i suoi figli non erediteranno la malattia.
Cordiali saluti e auguri!
[#4] dopo  
Utente 159XXX

Iscritto dal 2010
gentile dottoressa, la disturbo ancora una volta per sentire il suo parere circa la prescrizione da parte del mio medico di base del farmaco ZYLORIC 300 con una posologia di mezza compressa due volte la settimana a fronte del valore di urato pari a 6.79 riscontrto nelle ultime analisi effettuate ad inizio novembre. Poichè detto farmaco non mi è stato prescritto dal nefrologo sono un po' perplessa sull'uso dello stesso. Lei cosa ne pensa?. La ringrazio e cordialmente la saluto