Utente 182XXX
Buongiorno. Ho 34 e soffro di coliche addominali da quando ne ho 18. Sono passata da un minimo di 4-5 all'anno a un massimo di 20. Ho fatto analisi del sangue, ecografie, gastroscopie. L'unica cosa che trovavano era, al momento della colica con ricovero in pronto soccorso, un elevatissimo numero di globuli bianchi, che andava normalizzandosi una volta che la colica finiva. Non faccio esami da parecchio tempo perchè stanca di non riuscire a trovare una cura. mi sono state dette le cose più disparate, tra le quali intolleranze alimentari e disturbi psicosomatici, ma Ora mi segno sempre le date e vi posso dire che quest'anno ne stò avendo una al mese e tra i 5 e 10 giorni prima del ciclo. Dubito che con una precisione così io possa aver mangiato qualcosa che mi dia fastidio o essermi innervosita sempre nello stesso momento.. Può essere correlato al ciclo? A un disturbo ginecologico? Vi ringrazio

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non Le resta, se vuol togliersi questo dubbio e avendo già fatto tutti gli approfondimenti del caso, che ripostare la sua richiesta in specialità GINECOLOGIA, anche se ritengo che sia difficile senza una visita apportare un contributo utile.
[#2] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Colica addominale e' un termine troppo vago e certamente non e' una diagnosi. Qui bisogna vedere qual'e' realmente la causa: appendicopatia? calcolosi biliare? colon irritabile? E cosa puo' spiegare la crescita dei globuli bianchi? Tutte domande alle quali avra' risposte concrete soltanto se intraprendera' uno studio sistematico del suo caso. Non perche' al Pronto Soccorso non siano capaci di farlo, ma perche' non e' quello il luogo deputato allo studio approfondito di un problema ricorrente come il suo.
Cordiali saluti