Utente 683XXX
salve,
cerco di riassumere velocemente il primo anno di vita di mia figlia.
Nata al 36 settimane sotto peso solo 2.180, per i primi 3 mesi mangiava latte artificiale e cresceva bene a 3 mesi pesava già 5 kg.
Successivamente ha avuto un infezione alle vie urinarie che è stata curata con antibiotico e sono stati fatti tutti gli esami del caso, urine eco, tutti negativi.
Da quel momento la bambina ha mostrato problemi di reflusso curati con RANIDIL, e ha cominciato a mangiare sempre meno e male. Aumentava pochissimo.
Arrivati allo svezzamento sembrava che le cose si fossero sistemate, i problemi di reflusso erano sempre più rari. Ha sospeso anche la somministrazione del Ranidil. Nonostante ciò il peso aumentava pochissimo. La pediatra mi ha fatto fare tutti gli esami del caso, per vedere le intolleranze latte, glutine, anemie e esami del sangue generici e delle urine, eco cardiaca per vedere eventuali anomalie, tutti risultati negativi.
Ora la bambina pesa 7,500 è alta circa 72 cm e ha 14 mesi .... sotto tutte le curve della crescita.
Ora non vuole più fare colazione con il latte, niente biberon mangia circa 100 ml con il cucchiaino e metà yogurt con i biscotti ... e al massimo metà banana.
A pranzo come a cena è un problema trovare cosa vuole, solitamente 3 cucchiai 1/2 di pasta con olio e tanto grana, un omo di carne bianca o una sottiletta o 2 fette di prosciutto cotto e un pezzo di zucchina e frutta... riesco a fagli mangiare non sempre tutto e a fatica con giochi canzoncine ecc ... la sera gli faccio la minestra con l'omo di pesce o il formaggino, 2 cucchiai di verdure passate e grana. A merenda o yogurt o 2 fruttuli o creker. Una volta alla settimana gli preparo la frittata. Per cercare di farla mangiare alcune volte mangia più 3 volte alla sett. il prosciutto o pezzi di grana, al posto del omo di carne, sono i suoi cibi preferiti!
Gli do ancora l'omo perchè a solo 2 dentini e non riesce a masticare la carne, gli piace il pollo, ma dopo un pò che "gli gira in bocca" rinuncia.
Sono disperata non so cosa fare ho paura di sbagliar metodo, in oltre la bambina è sotto peso!!!!!!
E' capitato 2 volte che nel mangiare la minestra con gli stessi ingredienti che gli faccio sempre, gli siano comparse 2 macchie rosse in faccia che poi sono sparite e sia scaricata subito dopo con feci un pò più liquide e di odore molto acido. Può essere un intolleranza a qualche alimento?
Spero che qualcuno mi possa dare qualche consiglio, perchè ormai il pensiero di dover dare da mangiare a mia figlia mi terrorizza.
p.s. la bambina per il resto è vivace, cammina, interagisce con gli altri bambini, dorme (salvo alcune notti in cui richiede il ciucio).
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Signora
provi strategicamente a farla "pasticciare", le metta davanti il cibo cercando di insegnarle a fare da sola, e veda come si comporta. Non è escluso che la piccola registri la sua componente di ansia ed interpreti come problema l'"alimentazione".

Non escluda la possibilità che possa anche trattarsi di parassitosi (cosa banale facilmente risolvibile con adeguata terapia), cosa probabile considerando anche le fugaci manifestazioni cutanee (i parassiti fanno aumnetare gli eosinofili nel sangue e causano simil.orticarie fugaci).

Cordiali saluti
Dott.Agnesina Pozzi

[#2] dopo  
Utente 683XXX

Buongiorno,
grazie per la sua tempestiva risposta.
Cerchiamo in ogni modo di rendere il momento del pranzo un momento sereno, gli lasciamo toccare il cibo, gli lasciamo usare il suo cucchiaio o forchetta per mangiare da sola, ma non tutti i giorni sono uguali. Alcune volte una canzoncina o un una musichetta e mangia tutta la pappa, come oggi, ... altre volte devo provare venti alimenti ... minestra con omo, .. sottiletta ... prosciutto ... e dopo un ora forse ha finito di mangiare .. capisce che l'atmosfera non può essere certo serena.
I fattori che mi preoccupano sono due:
1) il fatto che mangia poco latte la mattina e che per farla mangiare devo propogli tante volte durante la settimana il prosciutto o il grana.
2)il fatto che il suo peso sia fuori da ogni curva della crescita.

Per scoprire se le macchie che gli compaiono sul viso sono dovute a una di parassitosi, cosa devo fare?
Questo suo sfogo cutaneo, che non avviene a tutti i pasti, può essere dovuto al fatto che la bambina sta mettendo i denti? Le macchie scopaiono nel giro di 5/10 min dalla fine del pasto.

Grazie per la sua gentile collaborazione.


[#3] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
certamente il fenomeno potrebbe essere anche messo in relazione con qualche alimento, considerati poi i conservanti..e nei salumi specialmente.

Il latte, al contrario di ciò che si pensa non è più alimento indispensabile una volta completato lo svezzamento. Siamo gli unici esseri viventi sul pianeta che continuano a bere latte dopo il fisiologico allattamento materno ed assumono quello di un'altra specie!.. quindi non si angusti più di tanto per il latte.

La parassitosi non è facile da diagnosticare; i parassiti emettono le uova generalmente la notte, quindi la mattina prima di lavare il sederino si fa il test con il cerotto (per farvi aderire eventuali uova) e si esamina la microscopio; non è detto che si riescano ad individuare uova e ci sono molti falsi negativi. Stesso discorso capita con l'esame delle feci. Le feci si dovrebbero innanzitutto aprire con una palettina per vedere se per caso dentro ci sono parassiti che hanno forma filamentosa oppure sono ovalari piccoli chiari o scuri, oppure recano solo uova. Il prelievo si fa più volte almeno tre-quattro giorni di seguito mettendo le feci nello stesso vasetto e poi portandolo in laboratorio. In genere sono ossiuri o ascaridi.

Siccome tutte queste procedure non necessariamente danno un risultato e sono lunghe e anche difficili per i malcapitati genitori... alla fine si somministra il vermifugo con un criterio ex adjuvantibus..e se ci sono parassiti saranno eliminati. L'apposito sciroppo va dosato, agisce in superficie e causa il distacco dei parassiti dall'intestino senza essere assorbito per via generale. Potrebbe magari prospettare questa possibilità al suo medico.

Cordiali saluti
Dott.Agnesina Pozzi

[#4] dopo  
Utente 683XXX

Buongiorno,
grazie nuovamente per la sua tempestiva risposta.
In merito al parassitosi parlerò con la ns. pediatra.
Dalla sua risposta si desume che la situazione generale di mia figlia, lo scarso peso e la sua inappetenza non desta preuccopazione. Devo rassegnarmi e procedere come stò facendo ora? o posso provare qualche altra soluzione.

La bambina prende ogni giorno 10 gocce di Pediavit un polivitaminico.

Grazie e saluti.