Utente 114XXX
salve! ho visto che il vostro sito funziona molto bene e da suggerimenti molto precisi.
sono qui a scrivervi perche dopo un calvario che dura da anni e che riprendo a tappe sperando di risolvere non risco a guarire da nessuno dei miei problemi.
dunque...l'anno scorso mi sono beccato i condilomi e li ho trattati piu volte con azoto liquido ma tornano al massimo nel giro di un mese. ho provato ad alzare le difese immunitarie con vari composti omeopatici ma niente.ora per di piu si è aggiunta l'eiaculazione precoce che magari è dovuta alla "sofferenza psicologica che causano malattie del genere".olre a questo ho notato che da un po di tempo ho un pene molto caldo.addirittura durante l'erezione arriva a scottare come se avesse 40 di febbre.di questo se n'è accorta anche la mia partner quindi non è una mia suggestione. ho fatto una visita da un andrologo che mi ha proposto la circoncisione per eliminare il problema dei condilomi ma il problema del pene che scotta non mi era ancora comparso.anni fa ho sofferto di una lunga prostatite e da allora se sto seduto per piu di mezz'ora sento infiammarsi le ossa che poggiano sulla sedia.nessuno è riuscito a risolvere questo problema.qualche giorno fà ho sentito parlare dell'infiammazione del nervo del pudendo che in realtà puo provocare formicolii allo scroto e sensazione di bruciore quando si sta seduti come in effetti provo io. mi sarebbe molto d'aiuto se qualcuno di voi dottori sapesse darmi indicazioni utili o suggerimenti su come tentare di risolvere uno dei miei problemi. ultimamente sono preoccupato per questo pene cosi caldo. non vorrei fosse il sintomo di infezione. grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,

dai condilomi ci si dovrebbe "liberare" con un pizzico di costanza e pazienza. Non capisco la indicazione alla circoncisione (???)
Non conosco patologie determinate dalla irritazione del nervo pudendo.!!
Santa un valido urologo e studi bene la prostata
cari saluti
[#2] dopo  
Utente 114XXX

Iscritto dal 2009
la circoncisione mi è stata suggerita per asportare il prepuzio e quindi liberarmi dell'area dove sorgono i condilomi dato che non riesco a debellarli da piu di un anno. ho fatto ecografia prostata ecc. tutto regolare ma il pene continua ad essere caldissimo e continuo ad avere fastidi nello stare seduto e formicolii nell'area perineale che continuano a farmi pensare ad infiammazione del pudendo
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

continuo a non essere d'accordo con le ipotesi diagnostiche e terapeutiche che lei o altri hanno proposto
la medicina è "varia"
cari saluti
[#4] dopo  
Utente 114XXX

Iscritto dal 2009
caro dottore ormai è da circa un anno e mezzo che ho recidive quasi continue di condilomi e non riesco a liberarmene in nessun modo anche dopo avre assunto piu volte composti omeopatici e non per alzare le difese immunitarie,questa settimana ho fatto un tampone uretrale e è risultato positivo per enterococco. mi pare di capire che il mio sistema uro-genitale abbia difese immunitarie molto deboli.la circoncisione dottore è stata suggerita da un primario di urologia e i condilomi sono stati trattati piu volte da un dermatologo e venereologo.devo trovare una soluzione.questi problemi mi stanno rendendo la vita sociale-effettiva impossibile. grazie