Utente 158XXX
gentilissimi dottori!
non è la prima volta che vi scrivo, ahimè da circa un anno soffro degli stessi identici disturbi e ormai non so più a chi affidarmi perchè ogni medico mi dice una cosa diversa senza mai essere molto chiaro.
nei miei precedenti consulti ho parlato di dolori al petto dislocati in varie zone, pressione alta, per cui ho fatto tutti gli accertamenti cardiologici che fortunatamente non hanno riportato problemi, e di una brutta caduta che ho fatto nel vuoto delle scale da circa 3 metri d'altezza senza fortunatamente rompermi nulla.
Qualche giorno fa, mi sono fatta visitare dal medico di base del mio ragazzo perchè mi sentivo malissimo, respiravo affannata, per colpa dell'ansia e avevo dolori alle articolazioni in particolare al braccio sinistro.Il medico di base in questione molto competente in materia di muscoli mi ha fatto una bella visita riscontrandomi diverse contratture e in più abbiamo parlato della probabile ernia iatale che pare posa dare sintomi anche lontani dai problemi di stomaco, che io non ho, e digestione quindi mi ha prescritto paracetamolo da 1000 per 3 volte al giorno (io però ne prendo da 500 perchè altrimenti non riesco a sopportarla) e lansoprazolo da prendere entrambi per 7/8 giorni.per poi mi ha consigliato di fare una gastroscopia in modo da escludere questa patologia. ho iniziato la cura ieri ma oggi ho dei fastidiosissimi formicolii alle mani.può essere collegato a qualcosa?ho come tutti fatto uso di tachipirina ma non mi ha mai dato problemi, so benissimo che è un farmaco che raramente da effetti collaterali, ma sto iniziando a preoccuparmi.non so più cosa pensare. vi ringrazio di cuore per il magnifico lavoro che fate e per essere sempre vicini a noi pazienti!!
[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

i formicolii alle mani non sono tra gli effetti collaterali attribuibili al paracetamolo.
Se ancora persistono si dovrebbe cercare la causa mediante una visita medica diretta.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2010
caro dottore l'aggiorno di quanto è avvenuto.
il formicolio è passato ma i dolori allo sterno e nel retrosterno con tutte le fitte possibili non sono passate.
sono andata dal mio medico di base che continua a dirmi che dipende tutto dall'ansia tanto che mi ha prescritto sertralina (che sinceramente non sto prendendo) e valeriana..e mi ha detto di smettere con paracetamolo e mi ha prescritto muscoril e ibruprofene.
da qualche giorno sento come un nodo alla gola fisso come avessi qualcosa fermo nell'esofago che non riuscisse a scendere..è fastidiosissimo tornare dal mio medico di base per sentirmi dire di nuovo la parola ansia sinceramente non mi va.
comunque sto continuando a prendere il lansoprazolo, ma a questo punto per scongiurare che non sia ernia iatale, non converrebbe fare una gastroscopia?
il mio medico continua a dire che è ansia tanto che mi ha prescritto una visita psichiatrica.
ora vi giuro:ok l'ansia c'è ma è da un anno che vado avanti e indietro da medici e medici, chi non sarebbe ansioso sentendo sempre solo aumentare i dolori e poche certezze da parte dei medici?vi giuro che non sto esagerando sono solo molto confusa e non so che pesci prendere e di chi fidarmi... grazie ancora!!
[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

<<da qualche giorno sento come un nodo alla gola fisso come avessi qualcosa fermo nell'esofago che non riuscisse a scendere..>> Questo è un sintomo caratteristico di problemi legati all'ansia, personalmente mi trovo d'accordo col Suo medico curante che sarebbe opportuna una visita psichiatrica per avere una diagnosi ed una terapia adeguata. Ciò non toglie che ci possa essere anche un'ernia iatale e che quindi possa eseguire una gastroscopia.

Cordialmente
[#4] dopo  
Utente 158XXX

Iscritto dal 2010
gentile dottore deve perdonarmi se continuo a scriverle ma attualmente voi siete il mio unico riferimento specialistico perchè il mio medico è assente in questi giorni.
Sto attendendo che mi fissino l'appuntamento per una visita gastroenterologica.mi sembra assurda questa cosa ma adesso ho anche un altro problema,vi prego non mi scambi sul serio per un'ipocondriaca inguaribile.
ho dei dolori costanti ai fianchi, in particolarmodo in quello sinistro che si irradiano fino la zona inguinale.il dolore è fastidioso in particolare quando sono seduta.
il nodo in gola lo sento ancora. e le posso assicurare che è vero sto vivendo giornate molto impegnative ma mi creda non penso che sia solo ansia!
sono molto molto riconoscente e sapere che ci siete voi medici che rispondete su questo sito per togliere tanti dubbi a noi pazienti mi tranquillizza molto anche perchè i medici di base purtroppo non sono sempre disponibili a riceverci e risponderci.grazie ancora!
[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

senza un visita diretta non è possibile avanzare ipotesi circa il dolore da Lei descrtto. E' necessaria una visita diretta.

Cordialità