Utente 182XXX
A mio padre (90 anni) stamattina è stata riscontrata un'ernia inguinale riducibile, il chirurgo ke lo ha visitato ha detto ke vista l'età potrebbe utilizzare un cinto erniario nella speranza ke nn vi siano complicanze, anke perchè mio padre soffre di stipsi ed evacua ogni 2-3 giorni. Francamente nn so come regolarmi, il cinto potrebbe essere una soluzione definitiva, mantenendo dentro il viscere fuoriuscito c'è la possibilità che il varco si chiuda? Poi ho visto ke vi sono su internet sia il cinto (ke francamente vedo poco stabile) sia degli slip contenitivi con delle tasche apposite dove inserire dei rigonfiamenti in corrispondenza dell'ernia...lei cosa consiglia?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,
le possibilità individuate dal suo Chirurgo e da Lei stesso su Internet rappresentano inefficaci "pesudosoluzioni" di ripiego, da prendere in considerazione esclusivamente in quei casi in cui l'intervento chirurgico dovesse essere controindicato o fortemente rischioso: al riguardo l'età non è un parametro assoluto di valutazione, considerato oltretutto che questo tipo di intervento viene abitualmente condotto in anestesia locale o spinale.
Proprio la stipsi, oltre a non poter escludere un suo condizionamento da parte dell'ernia, rappresenta un fattore di aggravamento per la progressione della patologia erniaria ed il possibile svilupparsi di complicazioni (strozzamento).
Potrebbe essere opportuno un giudizio preventivo da parte di un Anestesista.