Utente 185XXX
Salve,sono una ragazza di 22 anni ...Circa 1 anno fa mi è stato diagnosticata un ipertensione arteriosa con valori 140/94...Dopo la visita dal cardiologo mi è stato consigliato di prendere mezza pasticca di Lobivon tutte le mattine...Ancora adesso dopo quasi un anno i valori della pressione non sono mai scesi al di sotto di 135/90...Mi sono consultata anche con il medico di famiglia ,ma lui mi ha sempre detto che prima o poi si abbasserà e poi caso mai non succedesse lui avrebbe deciso di aumentare la dose...Ma non sono pericolosi alla mia età questi valori così alti? Dovrei cambiare medico?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Semmai dovrebbe assumere un dosaggio corretto di lobivon che per un adulto è di cinque kg monodose al mattino. Riduca drasticamente il sale e cammini almeno un' ora al giorno. ovviamente do' per scontato che lei non fumi altrimenti sarebbe tutto inutile Cordialità. Cecchini
[#2] dopo  
Prof. Eugenio Greco
40% attività
0% attualità
16% socialità
()
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Il collega, nella digitazione della tastiera del computer, ha scritto erroneamente Kg, mentre la dose del lobivon è in mg (5 mg corrispondono ad 1 compressa intera).
Per quanto riguarda il problema in discussione sarebbe importante conoscere se le misurazioni pressorie sono state eseguite da sè (automisurazioni) o da altre persone, così da poter eventualmente escludere innanzitutto una "White coat hypertension" (o "ipertensione da camice bianco", la cui componente è prevalentemente emotiva); inoltre, trattandosi di una ipertensione arteriosa "Grado 1" e considerata la giovane età della paziente, la probabile assenza di Fattori di Rischio Cardiovascolare, Danno D'organo, o Patologie Cardovascolari in atto, prima della prescrizione di una terapia metterei in atto quelle Modifiche dello Stile di Vita già proposte dal colega, ed in seguito (dopo almeno 1 mese), se i valori rilevati con l'automisuraione risultassero ancora elevati, eseguirei un Monitoraggio Ambulatoriale della Pressione Arteriosa delle 24/h, così come previsto dalle Linee Guida ESC-ESH 2007/2009.
Per ulteriori notizie mediche (anche sull'ipertensione) può collegarsi al mio sito web:
http://eugenio.greco.docvadis.it
oppure digitare su google: Dott Eugenio Greco
Distinti saluti
Eugenio Greco, MD,Ph, F.E.S.C.
1. -ESC FELLOW (Fellow of the European Society of Cardiology)
2. -HFA Member (Heart Failure Association)
3. -EACPR Member (European Association for Cardiovascular Prevention and Rehabilitation)
4. -ESH Member (European Society of Hypertension)
5. -ISH Member (International Society of Hypertension)
6. -WASH Member (World Action on Salt and Healt)
7. -SITeCS Member (Società Italiana di Terapia e Clinica Sperimentale)
8. -FADOI Member (Federazione delle Associazioni dei Dirigenti Ospedalieri Internisti)
-Member of the following ESC Working Groups:
* Cardiovascular Pharmacology and Drug Therapy
* Cellular Biology of the Heart
* Hypertension and the Heart
* Pathogenesis of Atherosclerosis
* Peripheral Circulation
* Thrombosis
[#3] dopo  
Utente 185XXX

Iscritto dal 2010
Ho già ridotto il consumo di sale e ho smesso di fumare ma senza alcun risultato...Quando sono stata dal cardiologo ho fatto un elettrocardiogramma ,mi ha consigliato di fare tutte le analisi( urine e sangue )e anche un esame del fondo oculare e poi di riportargli i risultati dopo aver eseguito questi esami...Dopo aver fatto le analisi del sangue e delle urine ( dove non si è riscontrato niente di anomalo ) ,ho fatto anche l'esame del fondo oculare...Quest'ultimo risultò negativo e l'oculista mi consigliò di fare dei esami più approfonditi al cuore .Ho portato i risultati degli esami al medico di famiglia il quale mi ha semplicemente detto che non ci sono più esami da fare perché non tutte le ipertensioni hanno origine da un anomalia e che poteva essere semplicemente una malattia che non ho una causa...c'è e basta e bisogna prendere i farmaci per sempre per curarla.
Durante questo periodo però,anche se le analisi delle urine risultavano negative ,ho avuto delle frequenti cistiti (anche col sangue).Non è il caso di fare dei esami più approfonditi al cuore oppure un ecografia ai reni?
Grazie per le vostre risposte...
[#4] dopo  
Prof. Eugenio Greco
40% attività
0% attualità
16% socialità
()
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
1- I benefici delle "Modifiche dello Stile di Vita" sull'Ipertensione Arteriosa si notano solo dopo qualche mese dalla loro applicazione, e non dopo alcuni giorni (la sua prima comunicazione risale a sabato 11 dicembre, ovvero 3 giorni fa!!!).
A mio avviso dovrebbe eseguire, come già precedentemente da me comunicato, un Monitoraggio Ambulatoriale della Pressione Arteriosa delle 24/h (comunemente ed erroneamente chiamato "HOLTER Pressorio"), in modo tale da diagnosticare con certezza il suo grado di ipertensione e osservare l'eventale presenza di picchi ipertensivi.
Il collega cardiologo Dr Cecchini, inoltre, nelle "Modifiche dello Stile di Vita" consigliate, ha giustamente inserito anche attività fisica moderata da eseguire ogni giorno per 1 ora (lei non ha comunicato di averla iniziata!); consideri che l'attività fisica, "allenando" il cuore, riesce di solito a normalizzare quelle ipertensioni arteriose di grado non severo!
2- Per quanto il problema dell'ematuria (sangue nelle urine), se persistente o recidivante,una ecografia renale e vescicale sarebbe opportuno eseguirla.
Distinti saluti