Utente 148XXX
Buon giorno vi scrivo per mio padre che ha 68 anni e gli hanno riscontrato il diabete di tipo 2.

Il problema è abbastanza complesso almeno ai miei occhi e vi vado ora a illustrare:

- Primo trattamento novonorm +actos durato si e no 30 giorni interrotto perchè diceva di avere effetti collaterali quali eruzioni cutanee e stanchezza -1 cp novonomr mattina , pranzo e cena- actos solo cena 15 mg

- Secondo trattamento Metformina 850 a paranzo e 850 sera+ actos 15 mg interrotto perchè dice di aver effetti collaterali quali stanchezza, debolezza e stitichezza. ( anche qui si e no 30 gg)

i valori della glicemia durante entrambi i trattamenti non sono mai scesi oltre i 120.

vi allego i valori dell'esame di chimica clinica

P-Glucosio 201 mg/dL
P-Glucosio h14 108 mg/dL
Sg-Emoglobina Glicata (HbA1c) 10,3 %
UMicroalbumina 28,7 mg/dL
P-Creatinina 0,74 mg/dL
P-Aaspartato Amminotransferasi 18 U/L

Sinceramente non comprendo se le cure siano sbagliate o la componente emotiva stia incidendo in modo errato, mi preme fare presente che l'uomore e di conseguenza lo stato d'animo sono peggiorati a livelli a mio avviso depressivi.

La cosa più evidente è che con l'ultima cura ha perfino perso del peso considerate che attualmente pesa 60kg e prima di questa terapia era 63kg

in attesa di una risposta vi ringrazio anticipatamente

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Alfonso Bellia
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2010
Gentile paziente,

il quadro da lei descritto indica una condizione di scompenso glicometabolico (Hb glicata >10%, FPG >200 mg/dl) da affrontare assolutamente con una terapia ipoglicemizzante adeguata. La perdita di peso in questo caso può essere un segnale negativo, in quanto conseguenza della perdita di massa magra secondaria allo scompenso. Oggi sono disponibili molte terapie efficaci che consentono di personalizzare il trattamento, anche tenendo conto dell'introito calorico e del grado di attività fisica (da consigliare sempre). Occorre anche valutare la pressione arteriosa, il profilo lipidico e approfondire la situazione renale. Non si perda d'animo, troverà senza dubbio una terapia efficace. Ma non perda tempo.

Cordiali saluti