Utente 102XXX
Buonasera. Sono afetta dall'epatite B da molti anni, per fortuna ho avuto sempre le transaminasi alle norme ed al ultimo esame di sangue HBV-DNA quantitativo era <2000.L'hanno scorso mi e apparso anche la vitiligine al viso.I miei problemi iniziano tre mesi fa con dolori nella parte sinistra del petto e dietro la spalla Sx. I dolori che sono accompagnati con un brucciore è tumefazione dietra la spalla, durano poco ma si ripetono spesso. Ho fatto i seguenti esami:La RM e risultata negativa, ma esami di sangue dimostrano Ena positivo, anti DNA positivo 29 KUI/L e Ssa/Ro positive 32 KUI/L e un riduzione di complemento C3 0.838 g/, mentre ANA e negativo. Nello stesso tempo il test di Schirmer per l'occhio secco e positivo, ho un ingrossamento delle ghiandole salivari ed i soliti dolori alla petto Sx e dietro la spalla Sx. Io sono stata già da un remautologo che ha detto di ripetere gli esami fra 6 mesi per vedere che se si evolvono i parametri.Mio medico di base dice che sicuramente ho una patologia autoimmune forse indotta dal epatite B è che iniziare una cura con il cortisone e immunosopressori abbasserebbe le mie difese immunitarie e potrebbe avere conseguenze negative sul epatite B. Secondo lui puo essere una iniziale sindrome di Sjorgen cosa che spiegerebbe anche i miei dolori che lui gli chiama mialgie forse indotte dal epatite B o da una altra malatia autoimmune tipo SSjogren. Dovrò decidere io in seguito se seguire una cura tradizionale o una biologica che farebbe meno male all mio fegato. La mia domanda e: Secondo voi io cosa ho? ed puoi io dovrei aspettare che passano altri 6 mesi senza una cura? Non vorrei che questi dolori che a volte sono forti mi causerebbero qualche lesione irreparabile.Al momento sto usando qualche tachipirina. Grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Come descrive l'esito degli esami ematici ed i sintomi potrebbe trattarsi di una Sindrome di Sjoegren. Nella maggioranza dei casi si tratta di una patologia benigna e non necessità terapia sistemica. Credo che possa aspettare 6 mesi e rifare gli esami, eventualmente anche una capillaroscopia. Userei terapia sintomatica come sta facendo con tachipirina ed eventualmente lacrime artificiali.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 102XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la tempestività della risposta.La tachipirina non mi e di aiuto,mentre le lacrime li uso già. I dolori e il bruciore che sento anche la notte durano poco ma sono persistenti per tutta la giornata.In oltre da un pò di tempo ho anche difficolta di supportare il cambiamento di temperatura e spesso ho i brividi. Non so se questo e segno di questa malatia.In oltre volevo sapere: "Questa malatia non si ferma in qualche modo? Le mie ghiandole salivari resterano cosi gonfie?" Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Questi disturbi potrebbereo essere indipendentemente da questa sindrome. Se non va bene la tachipirina potrebbe usare eventualmente un'altro antinfiammatorio come nimesulide o indometacina.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 102XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille.
[#5] dopo  
Utente 102XXX

Iscritto dal 2009
***ATTENZIONE!***
Questo consulto risulta aggiornato a più di DUE MESI fa:
valuta attentamente se la tua risposta può ancora essere utile all'utente!

Se ritieni opportuno inviare comunque il tuo consulto all'utente allora CANCELLA TUTTO QUESTO AVVISO e scrivi qui di seguito, grazie.
[#6] dopo  
Utente 102XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dr. Jan Walter Schroeder. Scrivo perché ho bisogno di un consiglio. In questo periodo ho fatto un altra visita dal reumatologo che ha definito una diagnosi,per adesso ho la Sindrome Sicca e non si può parlare ancora di Sindrome di Sjogren.Il suo consiglio era di bere liquidi. Ho seguito il suo consiglio cercando di bere più liquidi nel corso della giornata incluso anche quelli pressi tramite l'alimentazione.oggi vi scrivo perché ala mia situazione della poca lacrimazione degli occhi si è aggiunta anche quella della bocca secca specialmente durante la notte. Durante il giorno questo problema è minore anche se sento che la saliva e più acquosa di prima e meno untuosa. Durante la notte purtroppo la bocca e cosi secca che giorno dopo giorno mi appaiono in bocca irritazione delle mucose,le afte,irritazioni della gengiva è i denti che ultimamente li sento troppo secchi.Mi sveglio 3-4 di notte e cerco di bere ma non mi aiuta. Uso da un messe la linea di Biotène collutorio , gel e dentifricio. Gentilmente volevo chiedere se c'è qualche rimedio medicina tradizionale o naturale che sia per questo problema. Sono in atessa di una risposta,Grazie



[#7] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Certamente è più difficile la notte e credo che i rimedi che usa possano andare bene. Esiste uno spray orale della linea VEA che funziona bene ma purtroppo non esiste una soluzione assoluta.
Cordiali saluti
[#8] dopo  
Utente 102XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la risposta. Non avevo idea di questo spray, mi avevano parlato di Pilocarpina un stimolatore delle ghiandole salivari e lacrimali ma con effetti collaterali.Lei che ne pensa a riguardo, la posso usare?
[#9] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Credo di si, però proverei prima altri rimedi "meno invasivi".
Cordiali saluti