Utente 191XXX
Salve, sono un ragazzo di 22 anni. Ho notato, da tanto tempo a dire il vero, che quando ho un'erezione del pene, è praticamente impossibile per me scoprire il glande che si scopre solo a metà (o poco meno). A quel punto, ho iniziato a cercare su internet info sulla fimosi e ho scoperto che esisto due tipi di fimosi, serrata e non serrata. Ho anche letto che per capire se è serrata o meno, basta verificare se a pene non in erezione, il glande si scopre tutto o meno; se si scopre tutto col pene " a riposo" e non si scopre tutto col pene in erezione, si ha una fimosi non serrata; se non si scopre tutto nè col pene a riposo, nè col pene in erezione, allora si ha una fimosi serrata (è così?...). Così, a pene non eretto, ho provato per la prima volta in vita mia (anche se ricordo che il pediatra, quando avevo 5-6 anni, lo faceva) a scoprire il glande e ho notato che non avendo l'erezione riesco a scoprire interamente il glande. Torno a ribadire che a pene eretto non riesco assolutamente a scoprirlo tutto, ma si scopre solo fino alla metà (o anche un po' meno) al massimo. Quindi chiedo, soffro di fimosi non serrata? Altro problema, nel verificare se riuscivo a scoprire tutto il glande a pene non eretto, ho scoperto che sotto il glande ho della materia bianca che poi, leggendo su internet, ho scoperto essere smegma. A questo punto vi chiedo, alla luce di quanto ho detto, soffro di fimosi? è serio il mio caso? come si fa ad eliminare lo smegma che si è formato in quantità piuttosto abbondante? in questi casi, che cure si devono fare? Scusatemi per le tante domande, ma la sessualità è sempre una roba delicata ed essendo questo problema ad essa legata, si è sempre un po' in ansia quando se ne parla. Grazie, saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
lei si sta operdendo nelle elucubrazioni tuipiche della paura del medico. Fimosi o non fimosi, serrata o meno, smegma o altro lo faccia dire al collega che la visiterà: ed è normale alla sua età ritenere fragile la sessualità e gli organi correlati. E' una credenbza (non nel senso di mobile, ma nel senso di favola) tenga presente che i suoi genitali sono frutto di qualche centinaio di migliaoio di anni di evoluzione e da circa 500.000 sono sempre quelli.
[#2] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per la sua celere risposta. In questi casi per fare una visita specifica bisogna rivolgersi ad un andrologo o ad un altro tipo di specialista? E comunque, ultima domandina, da quanto o descritto dalla mia prima e-mail, orientativamente non riesce a dirmi a cosa andrei incontro per risolvere il problema? Attendere, potrebbe aggravare la situazione? Grazie ancora, saluti.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Andrologo, va bene. Andrebbe inciontro dal niente ad una circoncisione. Attendere non serve, "macinerebbe" troppo col cervekllo. Da un collega avamnti-marsch.
[#4] dopo  
Utente 191XXX

Iscritto dal 2011
Ok la ringrazio e la terrò informata su eventuali sviluppi. Saluti.
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
faccia sapere se vuole.