Utente 189XXX
Non so se la domanda abbia fondamento unicamente psicologico per cui sto sbagliando specialità. Ma in qualsiasi caso volevo chiedere informazioni riguardo ad una mia personale caratteristica legata all'eiaculazione.
Premettendo anche l'intenzione di scusarmi in anticipo nel caso la mia domanda fosse ritenuta inopportuna,tengo a precisare che la pongo con seria curiosità:

ho notato che i miei 'tempi eiaculatori' variano molto (pensando alla masturbazione) se disteso o se in piedi.

La preoccupazione alla base della domanda che mi porta a sospettare la possibilità di qualche disturbo è che se mi trovo in piedi, ho un totale controllo dell'eiaculazione, sinteticamente: 'posso eiaculare a comando';

viceversa, se disteso, non solo non posseggo più il controllo ma i tempi, inoltre, si riducono drasticamente fino a portarmi ad eiaculare,spesso e cioè quasi sempre, in tempi brevissimi (forse neanche lontanamente 10 minuti), parlerei ironicamente di 'eiaculazione precoce'.

E' possibile che questo sia normale?

Sarei grato se oltre alla risposta alla domanda potessi ricevere una spiegazione che mi aiuti a capire, così da potermi rassicurare maggiormente.

Ringrazio in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,non e' possibile codificare una posizione piu' vantaggiosa di un altra in corso di coito,sia er quanto riguarda l'erezione,che l'eiaculazione.
E' noto,tuttavia,che,a volte,la postura eretta possa favorire l'erezione (particolarmente negli anziani...),mentre,in supinazione (disteso),l'eiaculazione e' piu' controllata.Va da se' che solo un'attenta visita andrologica possa dare
un senso "logico" a quanto da me ipotizzato e favorire,quindi,sia i tempi d eiaculazione che la qualita' dell'erezione.Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,


valutare la tempistica eiaculatoria in assenza di rapporto sessuale penetrativo è molto discutibile e non sempre possibile. Corrette le osservazioni del dottor Izzo, le segua
cari saluti
[#3] dopo  


dal 2015
Vi ringrazio per le risposte.

In qualsiasi caso, chiedo scusa ma scrivo ancora solo per essere sicuro di aver capito.

Mi state dicendo che seppur considerando la fondamentale differenza con un vero rapporto e, quindi, seppur in via del tutto teorica, dovrebbe essere esattamente il contrario di quello che ho detto.
Cioè, che da supino dovrei avere maggiore controllo.

E proprio per questo mi consigliate una visita andrologica?

E se posso permettermi, per capire, la vostra idea è che volendone ipoteticamente attribuire l'origine ad una questione fisica, la causa potrebbe essere legata ad una (o più) qualche infezione?

Ringrazio ancora.
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...non si confonda le idee...Non esiste una "regola" esportabile per tutti i casi.
Cordialita'.