Utente 194XXX
buongiorno, vorrei un parere medico sulla mia situazione.Da un anno a questa parte ho un problema alla pelle del viso che presenta macchie rosse su zigomi ,guance e mento(più esteso sulla parte dx del viso). Mi sono rivolto ad un dermatologo che in base all' anamnesi ha deciso di prescrivermi una cura con roaccutan (30mg un giorno, 20mg l altro).L' ipotesi era quella di una forma di acne nodulo cistica causante le infiammazioni in superficie,probabilmente la dottoressa è stata influenzata in tale scelta per la mia storia trascorsa di acne grave.Inoltre presentavo, a suo avviso, un grana della pelle molto dura e spessa a tatto nelle zone interessate. Per i successivi 3 mesi la situazione è sembrata migliorare gradualmente finchè nn si sono ripresentate le macchie con crosticine e postulette sempre nelle medesime zone. La spiegazione che mi ha dato la dermatologa è che si trattava di manifestazioni eczematiche presentatesi come effetto colaterale del farmaco. A quel punto mi è stata diminuita la dose del farmaco (20mg per 2gg, 30mg il 3g per 3 settimane e poi 20mg per per 3gg e 30 il 4)e mi è stato prescritto Gentamicina e Betametasone da usare 2volte al g per i seguenti 6 giorrni e in più mi è stata prescritta una crema lenitiva (Nicotinamide re derma) da usare tutti i giorni. La situazione è migliorata drasticamente uttilizzando la crema cortisonica.Ho aggioranto la dermatologa della cosa e mi è stato di continuare a fare due applicazioni alla settimana.La situzione sembrava migliorare (nonostante ci fossero delle ricomparse) fino a pochi giorni fa, quando mi sono comparse delle macchie "due dita" sotto gli occhi su entrambi i lati che mi hanno costretto a usare degli impacchi per placcare il senso di bruciore. ho chiamato la dottoressa raccontandole il tutto e mi ha detto di sospendere la terapia immediatamente ma continuando ad usare la crema lenitiva per le due settimane successive.Ora vuole vedere come si comporterà la mia pelle senza trattamento.(parole sue testuali:essendosi basata sull anamnesi per la prescrizione del faramco e avendo visto solo in un occasione cisti sottopelle, vuole vedere se senza farmaco si ripresenteranno avendo ora il dubbio che si tratti di una dermatite sebboroica. Ora mi trovo un po spiazzato e vorrei un vostro parere.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Direi che la visita dermatologica che è la cosa giusta da fare, lei l'abbia compiuta; da questa sede non si possono mai superare dei pareri diretti dello specialista, pertanto dobbiamo sicuramente affidarci a ciò che le ha comunicato.

Ci aggiorni se ci saranno novità e se vorrà

cari saluti
[#2] dopo  
Utente 194XXX

Iscritto dal 2011
buonasera,per una serie di motivi legati alla dermatologa non ho ancora compiuto la visita dermatologica e ora sto cercando di ottenere la possibilità di essere visitato da uno specialista all' estero; tuttavia nel frattempo la mia pelle sta avendo strane reazioni. in seguito alla sopressione della terapia di roaccutan ho avuto un miglioramento seguito da un peggioramento davvero critico.Ero ricoperto di macchie rosse con pustolette bianche ovunque (mi davano una sensazione di prurito).Le macchie si localizzavano cmq nelle aree che in passato erano state colpite dall' acne. In seguito ho fatto un paio di applicazioni di Gentamicina e Betametasone e in una settimana la situazione è migliorata notevolmente (le macchie e il senso di prurito erano sparite lasciando solo un alone rosso sulla pelle nei soliti punti:zona dx del mento, guancia sx, guancia e tempia dx).Mi sono sentito per telefono con la dermatologa che sulla base dei miei aggiornamenti ha detto che "probabilmente" si tratta di una dermatite seborroica atipica, dicendo anche che lei nn ha ma visto una forma di dermatite così nei suoi lunghi anni di cariera medica.Da allora è passata una settimana e le macchie ora stanno ricomparendo (sempre nelle stesse zone e sempre con pustolette bianche). Oltre ad essere fortemente antiestetiche mi danno una sensazione di prurito(formicolio) sulla pelle.Il fatto è che prima di poter essere nuovamente visitato dalla dermatologa passeranno alcune settimana e della visita all' estero non so ancora nulla, nel frattempo nn so cosa fare! mi sento un po disperato ormai perchè questa situazione sta influenzando anche la mia vita sociale e non so in che modo comportarmi e a chi potermi rivolgere.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Non capisco le diagnosi telefoniche: purtroppo senza dermatologo e' impossibile diagnositicare la patologia e curarla con efficacia.