Utente 194XXX
GENTILL.DOTT.
sono un uomo di 33 anni e mi chiamo smail:
Avevo fatto una visita normale dal dott. della ditta dove lavoro,e m'aveva detto la dottoressa che ho un soffio cuore,mi sono spaventato e sono corso da un cardilologo e m'aveva fatto un ECOCARDIOGRAMMA e m'ha tranquillizzato diecendo me che non ho nessun problema al cuore.
Ma un mese circa d'llora ho avuto una tachicardia che arrivato fino a 120pbm,sono andato dal mio medico(di base) e m'ha chiesto di fare un esame di sangue per la terroide(resultato negativo),dopo un altro mese ancora ho avuto lo stesso problema e sono corso al pronto soccorso hanno fatto un eletrocardiogramma ed era negativo,m'e hanno consigliato i medici la di fare un holter cardiaco ed era anchee lui negativo,e una settimana fa cerca ho avuto lo stesso problema e sono andato di nuovo al pronto soccorso,hanno fatto eletrocardiogramma era negativo,ma chiamando il cardiologo m'ha fatto il massaggio del seno carotideo e risultato che ho una tachicardia atriale focale,e m'hanno consigliato di una diagnosi eziologica dell'aritmia. d'allora non dormo e non mangio piu.gentill-dott vorrei sapere se non c'e un'altra soluzione tranne questa?
corrdiale salute.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
per la diagnosi di certezza della sua aritmia, oltre all'ecocardiogramma standard è ovvio che le venga proposto anche uno studio elettrofisiologico, in quanto quest'ultimo potrebbe permettere di eliminare del tutto l'aritmia mediante tecnica ablativa. Altre soluzioni non vi sono. Saluti