Login | Registrati | Recupera password
0/0

Ghiandole sotto ai capezzoli e linfonodi ingrossati

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2010

    Ghiandole sotto ai capezzoli e linfonodi ingrossati

    Salve, sono un ragazzo di 22 anni.
    In questo periodo sto richiedendo vari consulti... probabilmente sono un po' ansioso, ma me le sto trovando veramente tutte!
    Allora, che io ricordi è da anni (almeno da quando avevo 12 anni, direi) che, sotto entrambi i capezzoli, sento come una ghiandola piuttosto grande. Tastando con le dita sembra un po' più grande quella sotto al capezzolo sinistro, che sembra anche uscire fuori di poco dall'area del capezzolo, ma comunque nessuna delle due è visibile dall'esterno e/o provoca dolore. A suo tempo (una decina d'anni fa) mi era stato detto che era normale per via dello sviluppo, ma che sarebbe passato al massimo entro i 18 anni! Invece adesso, a 22 anni, ho lo stesso problema.
    A dire la verità non posso essere certo che il problema non si sia risolto e poi riprensentato, perchè per qualche anno non ci avevo neanche più fatto caso, visto che queste ghiandole non mi hanno mai provocato il minimo dolore.
    Forse non c'entra nulla, ma aggiungerei che, non so per quale motivo, ho sempre avuto e ho tuttora linfonodi ingrossati un po' ovunque, sopratutto al collo, sotto il mento e all'inguine (mentre alle ascelle sembra di no, o comunque molto meno). Per questo problema ho fatto, negli anni, diverse ecografie e analisi del sangue, ma non è mai stato trovato nulla di preoccupante. Le ultime analisi risalgono allo scorso settembre, e l'unico problema erano i globuli bianchi un po' bassi, ma comunque non troppo (4400 totali, ma sia leucociti che neutrofili nella norma anche se subito sopra il minimo).
    ...Eppure i linfonodi rimangono ingrossati, a volte qualcuno si riduce di dimensioni, altri si gonfiano, ma ci sono e sono tanti.
    Inutile dire che cercare i sintomi su internet mi fa solo stare peggio: linfomi di tutti i tipi, tumori... insomma, non so cosa pensare!
    Vi ringrazio fin da ora!




  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 1850 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Urologia
    Andrologia

    Risponde dal
    2008
    Caro signore,
    forse quei linfonodi poco hanno a che fare con il problema mammario. L' unica cosa da valutare è che non sia un ginecomastia, ma questo può farlo solo un collega dal vivo.


    Dr. Giorgio Cavallini http://www.andrologiacavallini.it
    http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/ www.azoospermia.altervista.org

  3. #3
    Indice di partecipazione al sito: 218 Medico specialista in: Urologia
    Endocrinologia
    Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Andrologia

    Risponde dal
    2011
    Buongiorno. La Sua sembra quella che una volta veniva chiamata sindrome del 4° anno, tipica dello studente di medicina che, a tale epoca appunto, si sente addosso tutte le malattie ... che studia. Nello specifico Le direi che è abbastanza frequente che vi siano delle ghiandole mammarie rudimentali anche negli uomini, ipotesi da tenere a mente quando il turgore locale perdura oltre l'adolescenza. Potrebbe essere utile una valutazione senologica per chiarire se le ghiandoline vanno asportate. Per i linfonodi ingrossati, le consiglierei di sentire il parere di un internista. Cordiali saluti.


    Dr. Enrico Conti
    Specialista in Urologia, Andrologia e Chirurgia generale
    www.andrologiapertutti.com

  4. #4
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2010
    In quali casi potrebbe essere necessaria l'asportazione delle ghiandole? E... cosa si intende per "internista" (scusatemi per l'ignoranza in merito)?
    Comunque sì, è un periodo strano da questo punto di vista, non so per quale motivo... prima non ero così ansioso riguardo a queste cose. Forse è a causa proprio dell'abitudine che mi è venuta di cercare i sintomi su internet, trovando sempre le peggiori malattie qualsiasi sia il sintomo che ho...
    Grazie ad entrambi per la disponibilità!



  5. #5
    Indice di partecipazione al sito: 218 Medico specialista in: Urologia
    Endocrinologia
    Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Andrologia

    Risponde dal
    2011
    Un internista è un medico specializzato in medicina generale. Il senologo Le chiarirà se le Sue ghiandole vanno asportate, ma nel frattempo Le consiglierei di non essere troppo... pessimista. Ancora cordiali saluti.


    Dr. Enrico Conti
    Specialista in Urologia, Andrologia e Chirurgia generale
    www.andrologiapertutti.com

Discussioni Simili

  1. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 08/03/2011, 16:08
  2. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 16/02/2011, 09:00
  3. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 04/04/2011, 01:00
  4. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 13/04/2011, 16:55
  5. Dolore capezzolo
    in Andrologia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 15/04/2011, 19:57
ultima modifica:  28/10/2014 - 0,11        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896