Utente 196XXX
Ho 45 anni e soffro questo problema da circa 5 anni,quindi la situazione si è da tempo stabilizzata. Ho una curvatura peninea di circa 40 gradi verso l'alto,che parte alla metà dell'asta. Non ho problemi di erezione al di fuori di un minor indurimento (trascurabile) verso la punta del pene,e riguardo alla penetrazione c'è una ovvia difficoltà anche se non è impedita. Ho già fatto consulti ed ecografie dai quali mi è stata consigliato l'intervento chirurgico.Vorrei però rassicurazioni sul fatto che l'intervento non pregiudichi la futura erezione naturale,ed inoltre gradirei parere su protesi da portare giornalmente che millantano di far regredire la curvatura.Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,se non vi sono significativi cali del tono erettivo e la penetrazione e' consentita,con un quadro stabilizzato,mi limiterei ad eseguiere controlli periodici.Quanto alle assicurazioni sul mantenimento delle erezioni naturali nel post operatorio,non esiste una risposta univoca,cosi' come nel giudizio sugli elastomeri.Cordialita'.