Utente 474XXX
Salve dottore...
Ho sempre sofferto di un problema di fimosi...ma da circa un mesetto sono venuto a conoscenza di alcuni esercizi che potrebbero evitare l'operazione...facendo questi esercizi sono riuscito a aumentare l'elastiticità della pelle..ormai non ho quasi più problemi e riesco a scoprire il glande anche quando il pene è in erezione.
I problemi sono due:
Primo come posso fare per diminuire la sensibilità del glande? visto che per 19 anni è rimasto scoperto?
Secondo ho notato che in una zona del glande la pelle è come dire appicicata...tirando sono riuscito a fare in modo che un pezzo si staccasse dal glande..ora mi chiedo se posso fare la stessa cosa per staccare anche l'altro pezzettino in modo di staccarla completamente dal glande.

Grazie e distinti saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
credo che queste manovre fatte da solo possono provocare dei danni
credo necessaria quanto meno una visita andrologica
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
approfitti di questi problemi che ci espone , per consultare, se non ancora fatta , una attenta valutazione andrologica.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Concordo con il COlleghi: non effettui pratiche potenzialmente dannose sul suo organo genitale, ma si consulti con lo specialsta per chiarire le cause e le migliori procedure.

Cari saluti
Dott. Luigi LAINO
Specialista Venereologo
Malattie Sessulamente Trasmissibili, ROMA
[#4] dopo  
Utente 474XXX

Iscritto dal 2007
Ringrazio tutti delle risposte, comunque volevo dire che..il pezzo dove ho staccato era diventato leggermente rosso..ma già a distanza di un giorno è tornato del suo colore naturale, la parte ke rimane attaccata è meno di 1cm..e comunque preciso che non sembra incollata anche perchè nel pezzettito ho effettuato una leggera pressione e si è staccato da solo...credete che non posso provare a fare la stessa cosa poco alla volta con la restante parte senza sforzare nulla?
[#5] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Caro ragazzo probabilmente sarebbe opportuno che lei si rivolgesse ad un urologo della sua zona al fine di evitare manovre non scevre da possibili problemi se eseguite senza competenza.
Con molta probabilità lei ha delle briglie aderenziali, ma il loro stiramento può determinare delle lacerazioni marginali del glande con la possibilità di un sanguinamento locale.
Quanto alla possibilità di desensibilizzare il glande almeno in parte ciò sarà possibile e lei se ne renderà conto quando riuscirà a riincappucciarlo completamente o quasi.
Potrebbe beneficiare dell'uso di gel che ripristinano il normale trofismo mucocutaneo locale, ma questi prodotti vanno comunque prescritti dallo specialista.
Cordiali saluti,
dott Daniele Masala.
[#6] dopo  
Dr. Claudio Bernardi
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2003
Gentile giovane,
faccia attenzione a manovre con rischio di lacerazione. Esse sono spesso seguite da processi cicatriziali di non semplice soluzione.
Dr. Claudio Bernardi
Chirurgia Plastica
www.claudiobernardi.it
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
visti anche i pareri dei colleghi presenti alla discussione, ritorno a ribadire la necessità, senza continuare a "pasticciarsi" e senza tergiversare oltre, di una attenta e diretta valutazione andrologica.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org