Utente 112XXX
Salve a tutti. Volevo chiedervi se la conformazione del mio pene ha qualche problema. Quando è a riposo riesco ad abbassare completamente tutta la pelle con facilità, ma quando ho un'erezione completa mi riesce più difficile scoprire tutto il glande completamente e se procedo sento che il frenulo si tende ed inizia a dare un certo fastidio. La pelle in tensione assume una colorazione più chiara, in corrispondenza della base del glande, ma se procedo con dolcezza arrivo a scoprirlo del tutto, anche se è una cosa un po' forzata, che non da piacere fisico...ma neanche troppo dolore. E' una cosa normale, dovuta al fatto che il mio pene in erezione diventa parecchio largo e quindi il frenulo che magari è un po' corto si tende troppo oppure c'è qualche altro problema?
Grazie mille in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
le sue ipotesi sono corrette, ma vanno verificate da collega con visita accurata. Di qua è impossibile essere precisi.
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non faccia autodiagnosi e noi, da questa postazione, poco le possiamo dire di più se non di sentire in diretta un esperto andrologo.

Nel frattempo, se desidera poi avere informazioni più precise su questo tema specifico, le consiglio di consultare sul nostro sito anche l'articolo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=63934 .

Un cordiale saluto.
[#3] dopo  
Utente 112XXX

Iscritto dal 2009
Grazie dottori, a questo punto allora vi chiedo: con quali modalità posso fare una visita? Intendo: mi devo rivolgere al medico di base, all'ospedale, a qualche reparto asl o cos'altro?
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Primo passo il medico di fiducia e poi a ruota un esperto andrologo od urologo.