Registrati | Recupera password
0/0

Raffreddore: controindicazioni all'intervento

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007

    Raffreddore: controindicazioni all'intervento

    Salve Gentili Dottori,
    finalmente domani, dopo quasi sei mesi di attesa, dovrei sottopormi all'intervento di ernioplastica inguinale... Purtroppo da venerdì sera accuso i sintomi del raffreddore, contagiato probabilmente da un'appena trascorsa influenza di mia figlia. I sintomi sono riferiti solo alla congestione delle vie respiratorie superiori e non ho la gola arrossata... Oltre ai rimedi tradizionali (suffumigi, lavaggi nasali e assunzione di bevande calde) ho assunto qualche bustina di TachiFluDec (paracetamolo 600 mg + fenilefrina cloridrato 10 mg) e mi sento complessivamente migliorato.
    La mia domanda è: ci sono controindicazioni per eseguire l'intervento?
    Mi è stato detto che sarà eseguito in anestesia locale con leggera sedazione a meno che il chirurgo valuti dei tempi + lunghi (immagino per le aderenze) in tal caso sarà spinale.
    Sicuramente potrei chiedere direttamente al Day-Surgery, ma non vorrei per una loro eccessiva precauzione rimandare chissà a quale data... tra l'altro gli esami di pre-ricovero gli ho eseguiti a fine maggio.

    Grazie mille e buon lavoro.




  2. #2
    professionista non più iscritto (id: 37134)
    Se no ha affezzioni febbrili non vi è alcuna controindicazione all'intervento. In caso di febbre, è da valutare, ma non vi sono ugualmente controindicazioni assolute.
    Marcello Masala MD

  3. #3
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    Gentile Dr. Masala,
    la ringrazio della risposta.
    Infatti ho eseguito comunque l'intervento in anestesia locale senza problemi per il raffreddore in corso.
    In realtà ciò che mi ha fatto penare è stato il dolore abbastanza acuto sentito nella seconda 1/2 ora dell'intervento (ernioplastica inguinale + varicole); infatti al colloquio con l'anestesista mi era stato detto che con l'anestesia locale avrei avvertito un pò di fastidi facilmenti tollerabili, in realtà mi hanno dovuto sedare tre volte...
    Dato che ho sempre avuto una soglia del dolore abbastanza alta, è possibile che io sia stato poco "ricettivo" all'anestesia oppure le infiltrazioni non sono state sufficienti per coprire l'intera durata dell'operazione?
    Grazie.



  4. #4
    professionista non più iscritto (id: 37134)
    Non so che anestesia ha eseguito, ma il problema è di solito legato alla tecnica.
    Marcello Masala MD

  5. #5
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2007
    In anestesia locale con leggera sedazione nei momenti in cui accusavo più dolore.
    Grazie




Discussioni Simili

  1. Anestesia e raffreddore
    in Anestesia e rianimazione
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 07/03/2008, 11:59
  2. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 26/03/2008, 17:57
  3. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 23/11/2008, 18:22
  4. ''postumi'' da anestesia locale?
    in Anestesia e rianimazione
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 03/03/2009, 17:51
  5. Anestesia locale per intervento
    in Anestesia e rianimazione
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 29/06/2009, 13:02
ultima modifica:  16/07/2014 - 0,06        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896