Utente 198XXX
Buongiorno, sono una donna di 30 anni fra 1 mese, sono mamma di due bimbi di 8 e 5 anni, quindi la mia vita è piuttosto intensa.
Da un anno circa mi sento perennemente stanca, faccio fatica ad alzarmi la mattina e la sera crollo letteralmente, anche alle 9 di sera. E come se dopo le 5 del pomeriggio mi si scaricassero le batterie, sento proprio un improvviso calo.
A questa stanchezza perenne si è aggiunto quest inverno un forte senso di freddo che dura tutto il giorno e che spesso mi blocca, mi ritrovo spesso a stare sul divano con una coperta di pile per riscaldarmi, anche se sono ben vestita e i riscaldamenti sono accesi ( in questo momento indosso body in licra, maglioncino di lana e giacca di pile e sto bene).
A novembre dello scorso anno andai dal medico perche avevo dei sensi di vuoto alla testa con stordimento e feci analisi del sangue:
glicemia
trigliceridi
creatininemia
proteine totali
protidogramma elettroforetico
bilirubina totale e diretta
sideremia
transaminasi got e gpt
colesterolo
colesterolo hdl
ggt
ferritina
urine
es. emocitometrico

le analisi erano normali con qualche lieve alterazioni per:
hdl 44 (sup. 50)
wbc 12.1 (4.0-11.0)

ora da 2 mesi circa sono cominciate le forti sudorazioni notturne, quasi tutte le mattine mi sveglio bagnata, quando è più forte mi sveglio varie volte durante la notte completamente zuppa al torace, dietro il collo e schiena e alle gambe.
Ieri poi toccandomi il collo ho notato un linfonodo ingrossato, di piccole dimensioni, a metà tra la mascella e la clavicola, sul lato destro.
Avendo sofferto di attacchi di panico un paio di anni fa, il mio medico di base (psichiatra) ogni volta che mi vede riconduce tutto all ansia, ma vorrei essere tranquillizzata oltre che cercare una soluzione ai vari fastidi che il tutto comporta.
Rimango in attesa di vostra risposta e vi ringrazio anticipatamente.
[#1] dopo  
Dr. Oreste Pascucci
28% attività
0% attualità
16% socialità
LAURIA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile signora,
per togliersi qualche dubbio, le consiglierei di ripetere le analisi di routine e nel caso,un'ecografia della zona dove ha avertito il linfonodo. Prima di tutto, mi sottoporrei ad un esame clinico ed in seguito agli esami del sangue:emocromo, transaminasi,ldh,cpk,elettroliti,pcr,ves ...es delle urine. Probabilmente, questo suo senso di stanchezza, è dovuto ad una cattiva "qualità" del sonno, ad una vita stressante, ma ciò ciò potrà essere confermato o meno, dall'esame clinico e dalle analisi.

Rimango a sua disposizione.
Cordialmente.
[#2] dopo  
Utente 198XXX

Iscritto dal 2011
Gentile dottore,
vorrei innanzitutto ringraziarla per la risposta.
Appena possibile andrò dal mio curante per vedere se mi segna gli esami che lei mi consiglia. In effetti anch'io spesso ho pensato che la stanchezza potesse dipendere dalla qualità del sonno, visto che mi capita di svegliarmi stanca come se a letto non ci fossi andata per niente, ma avendo il sonno molto pesante non so proprio come mai non riesco a riposare, diciamo che "non so che combino" durante la notte.
La ringrazio ancora per la cortese e celere risposta.

L.
[#3] dopo  
Dr. Oreste Pascucci
28% attività
0% attualità
16% socialità
LAURIA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile signora,
il riposare bene è fondamentale. Esegua le analisi e mi tenga aggiornato.


le invio cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 198XXX

Iscritto dal 2011
Salve dottore,
al quadro descritto sopra, prima di andare dal medico, si era aggiunta una febbricola persistente tra i 37 e 37.2.Quindi il mio medico mi ha segnato un antinfiammatorio e una mammografia, che il radiologo ha rifiutato di eseguire.
Visto che la febbricola persisteva sono tornata dal medico, quindi ho eseguito analisi del sangue:
transaminasi got(ast) 10 (0-38)
transaminasi gpt (alt) 9 0-40)
ves 15 (0-18)
pcr 20.2 (0-5)
citomegalovirus IGG 39 (<4 negativo; 6 positivo; 4-6 dubbio)
ebna IgM assente
citomegalovirus IGM 0.23 (<0.70 neg; 0.70-0.90 dubbio; >0.90 pos)
ebna IgG 5.73 (<0.10 neg; fra 0.10-0.21 dubbio; 0.21 pos)
globuli rossi 4.30 (4.00-5.00)
(anche tutte le sotto categorie nella norma)
wbc 13.4 (4.0-11.0)
neu % 75.0 (45.0-70.0) # 10.02 (2.00-7.50)
mon % 7.8 (3.0-10.0) # 1.04 (0.10-1.00)
lin % 15.1 (20.0-45.0) #2.02 (1.0-3.50)
eos %1.6 (0.0-5.0) #0.21 (0.00-0.60)
bas % 0.5 (0.0-1.5) #0.07 (0.00-0.20)
aly %0.8 (0.0-3.5) # 0.10 (0.00-0.30)
lic %1.5 (0.0-2.0) #0.20(0.00-0.30)


C'è da dire che quando ho fatto le analisi mi erano spuntate dal giorno prima delle placche alla gola.

Ho fatto anche una lastra al torace dove risulta tutto a posto e un'eco alle ghiandole:

In sede laterocervicale e sottomandibolare, bilateralmente, si osservano piccole adenopatie reattive, con ilo conservato, di aspetto fusiforme, senza ispessimenti corticali di rilievo, aventi dimensioni max di mm 11 a destra e di mm 9 a sinistra.
Piccolo ninfonodino di mm 7 in sede sovraclaveare destra; nulla a sinistra.
In sede ascellare si osservano, bilateralmente, altri piccoli linfonodi reattivi (tre a destra, di mm 9, 11 ed 8; uno a sinistra di mm 15; tutti con sclerolipomatosi dell'ilo).
In sede inguinale si repertano altri piccoli linfonodi, tutti sede di sclerolipomatosi centrale, allungati, con corticale sottile, di dimensioni max di mm 13 a destra e mm 12 a sinistra.

Il mio medico ora mi ha segnato:
alfa 1 glicoproteina acida
pcr
emocromo+formula

Lei che ne dice?
[#5] dopo  
Utente 198XXX

Iscritto dal 2011
Salve dottore,
approfitto della sua assenza per integrare alcune informazioni che mi sembra di aver dato in modo confuso.
Il 15 marzo ho iniziato ad avere questa febbretta che mi sembrava fosse un inizio di influenza, per come mi sentivo. Dopo un paio di giorni i sintomi influenzali non si presentavano ma continuavo a "sentirmi" la febbre che come sensazione mi sembrava abbastanza alta, ma poi andando a misurarla era sempre ad un massimo di 37.2.
Il 24 marzo inizia il mal di gola e cominciano a spuntare le placche, quindi il 25 faccio le analisi con la febbre a 39 e la gola super infiammata.
Prendo l'antibiotico (uno che si prende per 3 giorni di cui non ricordo il nome)e la gola guarisce, così come la febbre, quest'ultima per un solo giorno, perchè poi ritorna con l'unica differenza che non è più fissa, ma si alza e si abbassa nell'arco della gionata (in valori sempre compresi tra 36.8 e 37.2).Ora il mio medico mi ha segnato le ultime analisi che avrei dovuto fare lunedi e non le ho ancora fatte perchè sono stata di nuovo male (forte raffreddore e un po' di tosse), volevo evitare di ritrovarmi ancora con dei dubbi nei risultati.
Nel frattempo la febbretta persiste e io, pobabilmente di conseguenza, mi sento più che mai debole soprattutto a livello muscolare (al minimo sforzo, mi fanno male i muscoli come se avessi alzato pesi per 1 ora in palestra).
Ora, capisco benissimo da me che in base ai vari esami non c'è da pensare a qualcosa di serio, ma la situazione sta diventando per me molto pesante, perchè in effetti non mi sento bene e vedendo il mio medico al quanto perplesso e indeciso sulla situazione, terrei molto ad un suo ulteriore parere, se non altro per avere un'idea di cos'altro poter fare per individuare il problema e finalmente potermene liberare.
La ringrazio ancora per la sua disponibilità.