Utente 182XXX
VI SCRIVO PERCHE' VORREI CHIEDERE DELLE SPIEGAZIONI SU QUELLO CHE STA ACCADENDO ALLE MIE MANI. QUALCHE MESE FA AVEVO SCRITTO IN QUANTO SULLE MIE MANI ERANO PRESENTI DELLE VERRUCHE DEL DIAMETRO DI CIRCA UN CM POSTE AI BORDI DELLE UNGHIE O IN PROSSIMITà DELLE STESSE. PREMETTO CHE QUESTE VERRUCHE ME LE PORTO DIETRO DA QUALCHE ANNO. DA UN MESE A QUESTA PARTE STA ACCADENDO UN QUALCOSA DI INSOLITO. IN DEFINITVA HO NOTATO CHE LE VERRUCHE (QUELLE DI MAGGIORI DIMENSIONI)HANNO INIZIATO A REGREDIRE PER POI SCOMPARIRE DEL TUTTO. LA PARTE DEL DITO DOVE PRIME C'ERA LA VERRUCA E' COMPLETAMENTE (SE SI PUO' DIRE) "PULITA" ED E' RIMASTO SOLO UN LEGGERISSIMO ROSSORE, SENZA ALCUNA CICATRICE.
LE VERRUCHE "SCOMPARSE" SONO DUE ED ERANO IN DUE DITA DIFFERENTI.
COME PUO' ESSERE CHE A DISTANZA DI ANNI, DALLA LORO COMPARSA, QUESTE VERRUCHE SIANO SCOMPARSE?
POTREBBERO RITORNARE SULLO STESSO PUNTO?
PRECISO CHE NON HO SEGUITO ALCUNA CURA.
VI RINGRAZIO

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr.ssa Serena Mazzieri
28% attività
0% attualità
12% socialità
CHIUSI (SI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
può succedere che le verruche possono scomparire senza l'ausilio di alcuna terapia, ciò è dovuto al sistema immunitario che riesce a debellare il virus responsabile ( HPV).
Non è da escludere che in futuro possano però ritornare, in concomitanza con eventi che possono alterare le difese immunitarie ( influenza ecc).


Cordiali saluti

[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

i miei "vecchi" maestri, mi insegnavano (tramandando un antico ma validissimo sospetto che ancora doveva trovare fonti scientifiche accreditate) che le Verruche piane, sono delle lesioni molto particolari: il loro andamento è estremamente capriccioso e non rari sono i casi di "restitutio ad integrum sine terapia" ovvero, scomparsa delle stesse, così come erano venute, senza alcun ausilio terpeutico.

Ad oggi noi dermatologi "della nuova generazione" sappiamo che tutto questo sistema fra infezioni e tolleranza immunologica, viene ben esplicato da un sistema complesso che relaziona la cute, il sistema immunologico e il SNC chiamato (NICS);
non voglio tediarla oltremodo con indottrinamenti filosofici, ma le valga conoscere che questo, può accadere naturalmente ed è segno di una "rinata" o ricquisita" immunotolleranza locale.

carissimi saluti
Dott. Luigi LAINO
Ricercatore Dermatologo, ROMA
[#3] dopo  
Prof. Matteo Basso
24% attività
0% attualità
4% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2004
Salve,
circa le verruche piane ultimamente prima delle terapie mediche si usa dare una bustina al dì di papaia fermentata: questa stimola il sistema immunitario a reagire ai virus.
Saluti
[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Caro Collega,

Debbo intervenire sulla tua risposta per sottolineare che il termine da te utilizzato "si usa dare una bustina di..", può creare confusione ai nostri utenti:

prescindendo dal fatto delle prescrizioni e posologie telematiche (di ogni genere o natura esse siano, sempre di prescrizioni si tratta quando effettuate da personale medico)- che mi limito a non commentare - diciamo che sarebbe sempre opportuno quando si asseriscono cose del genere, specificare meglio, poichè ad esempio il sottoscritto, ad esempio, mai si è sognato di indicare terapie di questo genere e quindi il termine "si usa dare" potrebbe ingenerare delle non condivise commistioni.

con il termine generico "si usa" si sottende un coinvolgimento globale ed un assenso condiviso, il quale proprio non mi risulta.

Cari saluti.
Dott. LAINO
Ricercatore Dermatologo, ROMA

[#5] dopo  
Prof. Matteo Basso
24% attività
0% attualità
4% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2004
Caro collega,

se ho creato confusione me ne scuso con gli utenti.

Hai ragione sul "si usa": comunque se tu non hai mai usato la papaia, da oggi se vorrai avrai un'arma in più nella tua terapia delle verruche. Se desideri posso mandarti privatamente qualche articolo oppure puoi farti una ricerca da solo sui canali medici.
Cercati anche: ubichinone (coenzima Q10) vitamina E, L-metionina, Selenio con fosfolipidi da soia.
Credo che questi non ti risulteranno nuovi.

Cordialità

Matteo Basso
[#6] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Caro Collega,

il mio appunto - come ben puoi comprendere - non si riferiva alla personale misconoscenza (non condividere non significa non conoscere, anzi in Medicina dovrebbe essere valido sempre il contrario, è perlomeno lo è in questi casi per il sottoscritto) dei principi naturali ai quali in pieno diritto ti ispiri;

esso era in realtà teso (ed ero sicuro che ne avresti ben compreso lo spirito e per questo ti ringrazio) a non coinvolgere tutta la comunità scientifica dermatologica (e soprattutto quelli come me che usano per scelta metodologie terapeutiche diverse: quindi non omeopatia né medicine non convenzionali e il frutto che indiche tale è) nelle pratiche da te consigliate; tutto qui.

Grazie per gli inviti alla lettura, ma insomma ma se già non conoscessi le "vecchie e consunte, ma sempre gloriose" molecole che mi indichi, anche se rappresentano un vero mondo biochimico..!!


Affettuosi saluti.
Luigi LAINO.

[#7] dopo  
Prof. Matteo Basso
24% attività
0% attualità
4% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2004
Caro collega,
sono felice per questo scambio di vedute: sicuramente costruttivo per entrambi.

Ti saluto cordialmente.

Matteo Basso