Utente 165XXX
All'inizio dell'estate scorsa, a causa di alcuni ormoni sballati 6 mesi dopo aver finito una cura di testosterone, le mie analisi del sangue sono risultate come segue:

DHEA-Solfato 199 (80-560)
Testosterone Libero 10 (8-47)
Testosterone 3.97 (2.8-8.8 )
Estradiolo 57 (0-30) *
FSH 1.3 (1.4-5.8 ) *
LH 1.9 (1.5-9.3)
Prolattina 8.7 (2-17.7)
TSH 1.64 (0.55-4.7 )

Come si vede i valori di testosterone e LH erano bassini, mentre FSH ed estradiolo erano proprio fuori dai parametri normali. All'epoca il mio andrologo suggerì di aspettare che i valori tornassero normali da soli, senza alcuna cura, e se fossero rimasti stabili, secondo lui avrei dovuto fare uno spermiogramma ed assumere del clomid.

Gli esami che ho fatto due settimane fa invece sono migliorati:

DHEA-Solfato 156 (80-560)
Testosterone Libero 11 (8-47)
Testosterone 7.05 (2.8-8.8 )
Estradiolo 47.6 (0-30) *
FSH 2.07 (1.4-5.8 )
LH 3.29 (1.5-9.3)
Prolattina 9 (2-17.7)
TSH 1.55 (0.55-4.7 )

Testosterone , LH ed FSH sono aumentati, anche se il testo libero è sempre nel lato molto basso della scala, il DHEA è lievemente peggiorato mentre l'estradiolo, pur essendo diminuito, è ancora troppo alto. Questo nonostante siano passati circa sei mesi dalle ultime analisi, e un anno intero dalla fine della cura di testosterone.

C'è ancora bisogno di un'apposita terapia correttiva e di uno spermiogramma o alla luce dei pur lenti miglioramenti è possibile che i valori tornino normali tra qualche mese? Un medico mi ha suggerito che sia meglio impostare una cura perchè difficilmente i valori torneranno normali da soli. In quel caso, che tipo di terapia consigliereste?
Grazie mille.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Segua le indicazioni del suo andrologo e con lui monitorizzi attentamente la sua attuale situazione clinica che non mi sembra preoccupante.
[#2] dopo  
Utente 165XXX

Iscritto dal 2010
lo so, però è proprio a causa delle terapie propostemi da altri andrologi che ho avuto problemi in passato, e adesso ho un ennesimo medico nuovo, che non mi conosce granché, e avrei gradito un parere in più prima di affidarmi ciecamente anche a questo nuovo specialista. Anche perché questo suggerimento di impostare una nuova cura sembra in contraddizione con l'opinione molto più ottimista che ricevetti qui su medicitalia l'estate scorsa quando le mie analisi erano peggiori di adesso.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,

infatti io, nella mia risposta, mi riferivo al "suo andrologo" non al "medico che le ha suggerito che è meglio impostare una cura perchè difficilmente i valori torneranno normali da soli"!

Un cordiale saluto.