Utente 161XXX
buona sera, volevo esporre un problema che mi porto doetro ormai da tempo e chiedere cosa ne pensate e come mi dovrei comportare. Sono un ragazzo di 23 anni ad aprile dello scorso anno ho cominciato a sentire un pizzichio all'inizio o nel mezzo della minzione. I medici hanno pensato ad una cistite e mi hanno dato un farmaco per debellarla ma il problema è rimasto.Quindi ho fatto un esame delle urine da cui non è risultato nulla.mi sono recato da un medico genericoche mi ha fatto fare un mese di un antibiotico ad ampio spettro che mi ha portato ad una candidosi a livello del glande e del prepuzio.Mi sono allora recato da un urologo che mi ha fatto ripetere l'esame delle urine,fatto fare uno spermiogramma e spermocultura e dato una terapia per la candidosi che è regredita senza alcun problema. dall'esame delle urine ancora nnt, nnt dalla spermiocultura anche se i miei spermatozoi risultavano avere una motilita ridotta 25% rispetto alle 40% normali, il numero degli spermatozoi è + alto della media 10 milioni con il minimo fissato a 4 milioni( scusate ma non ricordo le unità di misura), e nella norma le unità atipiche.Il problema era insomma la motilità. tramite esplorazione rettale mi ha poi diagnosticato una prostatite ed ha ascritto ad essa la diminuzione di motilità. Mi ha dunque prescritto un integratore alimentare per eliminare l'infiammazione e mi ha detto di ripetere lo spermiogramma dopo 3 mesi. Nel frattempo mi sono rivolto ad un andrologo che mi ha prescritto un urinocultura e una spermiocultura ricercando anche candida, ureaplasma e altri batteri e protozoi che mancavano nella prima analisi,e una ecografia transrettale. le culture sono risultate negative, e l'ecografia ha diagnosticato un'ectasia del plesso del santorini e una dimensione normale della prostata. Mi ha quindi prescritto un altro integratore alimentare, mi ha detto di fare sport che non facevo + a causa degli studi universitari e l'ho fatto, di evitare stress (cosa che nn riesco a fare sempre a causa di studio ed esami anche se sto cercando di stancarmi di meno), di bere molto e di evitare fumo (sono gia non fumatore), alcol,peperoncino e cioccolato. Ora è dal 1 dicembre che non tocco alcol cioccolato e peperoncino, e che prendo l'integratore apparte l'ultima settimana.Ho ripetuto lo spermiogramma che è leggermente migliore dell'altro con motilità al 30%.Ora l'andrologo non fa altro che dirmi di continuare con la terapia che scusate se lo dico ma non mi sembra altro che un palcebo. Nonostante tutto il problema rimane ho sempre quel fastidio alla minzione e non so + che fare. Che ne pensate voi? Quale è il prossimo passo da fare?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Faccia un test di Stamey. Tanto per darLe un'idea:

http://www.andrologiapertutti.com/index.php?option=com_content&view=article&id=94:test-di-stamey&catid=72:test-di-stamey&Itemid=88

Data la Sua storia ripeterei anche il tampone uretrale dopo almeno 4 ore dall'ultima minzione per ridurre il rischio di false negatività. Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 161XXX

Iscritto dal 2010
ok farò il test di stamey grazie mille...I tamponi li ho eseguiti sempre prima di ogni esame delle urine e spermiocultura, 4 tamponi ogni volta e sono risultati negativi
[#3] dopo  
Utente 161XXX

Iscritto dal 2010
anche il test di Stamey è negativo....che ne pensate? quale è il prossimo passo? e in quanto tempo si risolve mediamente?