Utente 118XXX
Gent.mi Dott.
Vi ho scritto altre volte per questo mio problema che ieri mi ha perseguitato per tutta la giornata e solo in serata dopo una massiccia dose di Bromazepam, mi ha lasciato. Stamattina stò bene e dagli ormai innumerevoli controlli cardiologici anche recentissimi a cui mi sono sottoposta, Egc, test da sforzo massimale con cicloergometro, holter dinamico 24h e come ultimo un EGC+ecocardiodoppler l'11 marzo us,i quali hanno escluso patologie cardiache, all'holter quel giorno ho avuto 18 extra sopraventricolari e 1 tripletta ventricolare, St nn diagnostico; test da sforzo negativo solo alcuni Bev's isolato monomorfi nessunoa controindicazione alla mia pratica spotiva ( ciclismo a livello amatoriale); Egc normale, ecocardio con lieve Im già conosciuta da tempo a cui il cardiologo ha dato poca importanza. Vi ricordo che sono in tp con Eutirox per un ipotiroidismo post radioiodio (novembre 2009).Il mio cardiologo mi ha diminuito dal 11 marzo ,data in cui mi che mi ha visto da 100/ 75 a gg alterni a 75 die perchè gli esami della tiroide che ora vi riporto, secondo lui, sono ai limiti alti: T3 3,2 T4 3,0 TSH 1,35 e di ripetere il TSH a distanza di 1 mese e se era ancra sotto il limite normale di 3.70 o al massimo 4.00, di ridurre ulteriormente lEutirox a 50 die. Negli ultimi mesi, il mio TSH, è andato sempre più giù ( a settembre ero addirittura in leggere ipotiroidismo TSH 3,80). Inoltre mi aveva consigliato di prendere al bisogno, se le extra erano persistenti, 1/2 cp di un antiaritmico, il Fleicainide (spero di aver scritto giusto). La diminuzione del'Eutirox ha avuto effetti positivi, perchè nelle ultime settimane le mie extra erano notevolmente diminuite, fino a ieri in cui mi hanno letteralmente fatto diventere ansiosa a mille... La settimana scorsa per correttezza, ho sottoposto tutti gli esami al mio medico di base ,che per tutta risposta mi ha detto che diminuire l'Eutirox senza il consenso dell'endocrinologo nn è stata una buona idea (?) e che una cp di antiartimico al bisogno nn è indicato e che questi farmaci per il cuore in asenza di cardiopatie è meglio nn prenderli perchè fano male. Nn capicsco più niente e mi chiedo il perchè ho delle settimane o mesi in cui le extra spariscono o sono poco frequenti e in fortunatamente poche giornate, nn mi danno tregua. Vi ricordo che il mio cuore è sempre stato un pò ballerino fin da giovane, ora ho 48 anni e sono pure in menopausa da 2 , nn fumo, nn bevo e peso 64 kg x 171 cm. Grazie infinite per la VS gentile att.na. Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
le indicazione datale dal collega sono giuste, non è indicata una terapia antiaritmica in assenza di evidenti aritmie, la banale extrasistolia purtroppo va "sopportata" o trattata con blandi ansiolitici, come già sta facendo.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 118XXX

Iscritto dal 2009
Egr Dott. Di martino

Innazitutto grazie per la sua veloce e chiara risposta, lascerò da parte gli antiaritmici, che trà l'altro nn ho mai preso e continuo continuerò con il bromazepam al bisogno. A quel che ho capito, se sporadicamente l'extrasistolia dura anche tutto il giorno, nn può comportare problemi in un cuore sano, è solo purtroppo un fastidiossimo disturbo. Cordiali saluti