Utente 380XXX
Buongiorno,
Sono un ragazzo di 23 anni e spiego brevente la mia situazione.
Da circa 3 mesi soffro di attacchi di panico con scadenza di circa 2 volte al mese.
La cosa che vorrei capire e che mi lascia perplesso è che ho sempre tutti i giorni una sorta di malessere generale, anche quando non ho attacchi di panico!
Ho sempre un lieve stordimento e qualche giramento di testa sempre lieve ma fastidiosi,un pò di instabilità oltre che a volte a dei mal di testa. Alcune volte mi capita di avere anche tipo delle scariche di 1 secondo dove mi sembra che lo stordimento sia maggiore.
Ho eseguito una risonanza magnetica al cranio ed una Tac con esiti negativi, ho fatto un sacco di esami compresi cuore ed eco varie, visita otorino, sempre tutto pefetto.
Non sono molto ansioso e vorrei capire se tutto ciò potrebbe essere una manifestazione di una cosa talmente profonda che io stesso non riesco a percepire.
Prendo Xanax 0,25 2 compr. al dì.
Sono un pò preoccupato perchè non riesco a venirne a capo.
Non so + che fare.
La settimana prossima dovrei fare, come ultimo, l'eeg.
Ci sono forse ulteriori esami che potrei fare?
Un'ultima cosa: quando ho attacchi di panico, oltre a tachicardia e varie questi "stordimenti" si fanno + acuti e poi ho quasi sempre necessità di andare al bagno con diarrea (a mio avviso non giustificata forse).
Grazie anticipatamente.
Emanuele
[#1] dopo  
Dr. Gaspare Palmieri
24% attività
0% attualità
0% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2003
Caro amico,
la tua situazione è molto tipica di una persona che sperimenta per la prima volta la terribile sensazione psicofisica degli attacchi di panico. E' tipica anche la lunga lista di esami a cui ti stai sottoponendo, tutti con esito negativo fino ad ora (ma probabilmente anche l'eeg sarà negativo).
Il senso di malessere anche lontano dalle crisi è previsto. Per quanto riguarda l'essere ansioso capita spesso che questi disturbi vengano a persone considerarte "forti" o "fredde".
Il mio consiglio è rivolgerti a uno psichiatra che ti possa consigliare una terapia farmacologica (con antidepressivi) o una psicoterapia o entrambe.
E'un disturbo che si cura con ottimi risultati.
Dr Palmieri
[#2] dopo  
Dr. Daniel Bulla
48% attività
0% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gentile utente,
concordo con quanto sottolineato dal collega Palmieri. Il disturbo da attacchi di panico viene curato oggi con ottimi risultati, soprattutto se allo psicofarmaco viene associata una psicoterapia cognitivo-comportamentale, in tempi tra l'altro piuttosto buoni.
A presto

Daniel Bulla
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Chiummo
24% attività
0% attualità
0% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2003
In effetti, come affermato dai colleghi xanax e psicoterapia danno ottimi risultati. Bisogna soltanto convincersi che c'è bisogno di un piccolo aiuto esterno per risolvere presto e bene un problema che alla lunga potrebbe dare davvero fastidio. Auguri
[#4] dopo  
2377

Cancellato nel 2006
Frequentemente gli attacchi di panico lasciano, tra una crisi e l' altra, o anche in assenza di crisi, una sintomatologia come quella da lei descritta (qualcuno li definisce "micro attacchi di panico" o attacchi di panico "monosintomatici". Penso che un aumento della terapia anciolitica, l' eventuale associazione con un farmaco "serotoninergico" (paroxetina, citalopram, sertralina ad esempio) e soprattutto un supporto psicoterapico (cognitivo-comportamentale) la aiuteranno a curare un disturbo molto fastidioso, talvolta invalidante, ma decisamente guaribile. Infine: non faccia più esami, per non diventare un soggetto "ipocondriaco" (cioè timoroso di malattie organiche inesistenti, altra complicanza degli AP!). Cordiali saluti
[#5] dopo  
3962

Cancellato nel 2010
Caro amico, lasciando ai Colleghi che mi hanno preceduto la priorità specialistica, mi consenta di suggerirLe un ripristino dell'eubiosi dell'intestino tenue, poichè spesso questi sintomi sono ad esso correlati. Consideri che il tenue, insieme alle piastrine, è il maggior produttore di Serotonina. Consiglierei pertanto un approccio omeobioterapico con:
INUVITAL - 1 busta in acqua al pasto principale, per 1 mese.
Cordialmente,
Dr. Giancarlo Cavallino
Medicina Inegrata
Tel. 3381997446
Web: www.smige.net
[#6] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Gentile utente,

ritengo utile che si rivolga ad uno specialista in psichiatria dopo aver terminato di effettuare gli esami previsti in modo da intraprendere la migliore terapia utile.

Saluti
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
[#7] dopo  
15953

Cancellato nel 2006
gentile utente

concordo con il parere del dr Ruggiuero, quando la invita a rivolgersi ad uno specialista in psicologia per approfondire la sua diagnosi e prescriverle una psicoterapia, supportata da psicofarmaci.

Cordiali saluti
Dr Farina