Utente 201XXX
Egregio dottore premetto che sono da poco una persona bisessuale, ho una relazione fissa con una ragazza ma oggi 08.04.2011 ho incontrato un uomo con cui ho avuto rapporti con penetrazione, da passivo, protetti con profilattico.
Dopo il rapporto mi sono accuratamente lavato con acqua e sapone ma al rientro a casa, prima di lavarmi nuovamente , ho avuto una fuoriuscita di liquido trasparente ed incolore dall'ano, cosa mai successa prima. Ho controllato i boxer per verificare eventuali precedenti perdite, ma le mutande risultavano asciutte e neanche macchiate allora si e' insinuato in me il sospetto che il profilattico si sia potuto rompere durante il rapporto, si trattava di un noto profilattico di marca sottile, anche se all'atto dell'eiculazione di questa persona non ho avvertito alcunche' di bagnato ad eccezione di un lieve crack all'atto della penetrazione attribuito da me al fatto che non facevo sesso anale da tempo, inoltre all'atto che e' stato sfilato sembrava intatto.Purtroppo non ho potuto verificare l'integrita' di tale cosa perche' circa un'ora e mezza dopo il rapporto il profilattico era gia' stato cestinato.La persona mi ha detto che nei rapporti anali ha sempre usato il profilattico ma tale episodio mi preoccupa molto per cui mi chiedo se e' necessario eseguire un test per l'HIV anche perche' ho problemi di emoerroidi.A distanza di due ore e mezze e abbondanti risciacqui con acqua e sapone le cavita' interne del mio ano risultano ancora abbondantemente bagnate.Questa persona mi ha rassicurata di stare tranquilla perche' anche se non ha controllato il profilattico gli sembrava integro ma nel buio non era sicuro al cento per cento.non essendo sicuro che trattasi di liquido prodotto dalle mucose del mio ano, non so se sia fattibile, e volendo eseguire il test Hiv tra quanto tempo lo posso fare? Dove lo posso fare in anonimato ed i test sono tutti uguali? Risiedo in provincia di Napoli .Inoltre Le chiedo se mi devo astenere dall'avere rapporti orali non protetti con la mia ragazza, Ringraziandola Le porgo cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
Il test dell'HIV di comune utilizzo è un test diagnostico indiretto cioè non è possibile ricercare il Virus direttamente ma bisogna ricercare gli anticorpi specifici che si formano dopo almeno 3 settimane dal momento del sospetto contagio (dipende anche dal tipo di tecnica utilizzata); il test va ripetuto a 6 settimane ed infine a 3 mesi; solo in pochi casi lo si ripete anche a distanza di 6 mesi. Ma quel che mi preme raccomandarle è quello di rivolgersi ad un centro di cura di malattie sessualmente trasmesse (MST) dove potranno farle un ceck-up completo.
In questa fase è sconsigliato avere qualsiasi tipo di contatto sessuale sia esso orale, anale o vaginale.
P.S. Per cercare il Centro che più le si confà può ricercare (Diagnosi e Cura MST Napoli)
[#2] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Egregio Dottore lunedi mi rechero' in un centro apposito comuqnue ho parlato con la persona la quale mi ha riferito di stare tranquillo perche' a suo parere il profilattico e' rimasto integro inoltre mi ha detto di essere donatore di sangue e di eseguire il test ogni sei mesi , ma cio' naturalmente non mi conforta. In merito al Test , un centro di prevenzione , a mezzo telefono,mi ha riferito che non si puo' fare prima dei tre mesi ma da informazioni prese in internet mi risulta che esiste un test da fare dopo 4/ 6 settimane dal rapporto, se cosi e' mi puo' indicare dove e quanto e' attendibile? posso richiedere di essere sottoposto al Profilassi di Esposizione Postuma?La ringrazio.
[#3] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Gentile utente,
1)il periodo minimo di attesa per la esecuzione del test dipende dal tipo e dalla sensibilità dello stesso e quindi è variabile da laboratorio a laboratorio.
2)La indicazione ad eventuale profilassi la deve porre l'infettivologo
[#4] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Egr.Dottore mi son recato in un centro C ove il medico mi ha sconsigliato la PEP ; al fine di rassicurarmi mi ha fatto un primo prelievo per il test, per gli ultimi tre mesi inoltre mi ha fissato altro test fra un mese. Sulla base di quanto gli ho riferito, per il momento non ha ritenuto opportuno svolgere altra indagine.Gli ho chiesto se era il caso rivolgermi in un centro specializzato onde eseguire un test piu' celere ed altrettanto sicuro come l'ELISA ma mi ha risposto di no, il test definitivo devo attendere tre mesi.Comunque voglio ringraziarla per le risposte datomi.
[#5] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Credo che quello consigliatole sia l'atteggiamento migliore da seguire.
[#6] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio vivamente e mi scuso per l'agitazione.
[#7] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Dottore in precedenza non avevo specificato che il liquido fuoriuscito era trasparente leggermente sporco da tracce di feci in esso presente, fluido quasi come l'acqua e poco odoroso e che prima del rapporto comuqnue sentivo il bisogno di defecazione senza pero' espletare tale attivita' fisiologica per mancanza di tempo inoltre la persona mi ha riferito di non aver posto attenzione al profilattico se era pieno o vuoto in quanto risultava sporco delle mie feci e pertanto provvedeva celeramente a toglierselo specificando altresi ceh il suo membro non risultava sporco di feci.Scusatemi per il inguaccio adoperato.
[#8] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Probabilmente non c'è stata la rottura del condom, ma nel dubbio conviene sempre approfondire. Prima di un rapporto anale anche se metodica molto innaturale e non priva di rischi è sempre bene eseguire clistere evacuativo.
[#9] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Grazie.
[#10] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Il medico del centro c in questo primo colloquio non mi ha proprio parlato del ceck-up delle MST comuqnue sono intenzionato ad eseguire tale ceck-up ed a tal uopo volevo sapere quale esame bisogna fare, quanto tempo devo aspettare prima di recarmi al centro MST e nel caso voglia fare esami privatamente, quali devo fare?
[#11] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Se prenota una visita c/o uno di questi Centri le potranno indicare il tipo di esami da eseguire.
[#12] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Ma dopo quanto tempo dal rapporto?
[#13] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Come consigliatole dal collega, visto che dovrà ripetere gli esami fra un mese può fare delle analisi più approfondite in questo senso.
[#14] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
GRAZIE DI NUOVO
[#15] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prego!
[#16] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Egregio Dott. oggi 18.04.2011 esito negativo a tempo zero; il medico non mi ha consegnato alcun esito , lo ha solo letto comunicandomelo; in un primo momento mi ha proposto ulteriore test tra due mesi ma notando il mio stato ansioso, un po contrariato mi ha fissato il test al mese prossimo , cordialmente
[#17] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Gentile utente,
cerchi di vivere queste situazioni seguendo le indicazioni datele con maggiore tranquillità se nò corre il rischio di essere assalito inutilmente dall'ansia.
[#18] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Infatti cosi e'...........e Voi del sito siete le uniche persone con cui possiamo interagire, grazie.
[#19] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prego!
[#20] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
EGREGIO DOTTORE LE CHIEDO NUOVAMENTE UN CONSULTO: DALLA SERA DEL 18.04.2011, QUINDI 10 GIORNI DOPO IL RAPPORTO, A TUTT'OGGI MI RITROVO CON UN RAFFREDDORE DI NOTEVOLE ENTITA', LABBRE SECCHE, TOSSE E BRONCHITE CRONICA ALLERGICA.SONO UN SOGGETTO ALLERGICO, ED IN DIVERSI PERIODI DELL'ANNO VENGO COLTO DA RAFFREDDORE E BRONCHITE , IL MEDICO DICE DI LIEVE ENTITA' QUASI CRONICA , AL CAMBIAR DELLE STAGIONI, COMPLICE LE BRUSCHE VARIAZIONI DI TEMPO DAL FREDDO AL CALDO E VICEVERSA DI QUESTI GIORNI, SUDATE IN PALESTRA, A FAGIOLO MI RITROVO CON QUESTI SINTOMI: RAFFREDDORE, MUCO DA ESPETTORARE LIEVE MAL DI GOLA ( COME DI CONSUETO STO USANDO ANTIBIOTICO AUGUMENTIN E FLUIMICIL PER ESPETTORARE).FIN QUI SONO RELATIVAMENTE TRANQUILLO SE NON FOSSE PER IL FATTO CHE ALLE 20 IN DATA ODIERNA HO MISURATO LA TEMPERATURA ED AVEVO 37.8; HO RIPETUTO L'OPERAZIONE ALLE 22 ED AVEVO 38.1 E DA QLCHE MINUTO E' SCESA A 37.2--- ALTRE VOLTE NON MI E' MAI VENUTA LA FEBBRE PER CUI STO RICADENDO IN UNO STATO DI ANSIA, CONSIDERANDO CHE DEVO ANCORA ATTENDERE CIRCA 30 GIORNI PER IL TEST SUCCESSIVO.LEI COSA PENSA?
[#21] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Che la sintomatologia da Lei riferita difficilmente può essere ricondotta all'episodio oggetto dei precedenti consulti tenuta presente anche la sua storia clinica.
[#22] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Grazie
[#23] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prego!
[#24] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Egregio Dottore, esame eseguito 18.05.2011 , 40 giorni, esito negativo........... prossimo esame a 100 giorni.....
il mio pensiero va a tutte quelle persone che attendo con ansia l'esito di un tale esame..
[#25] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
A questo punto le possibilità che si possa essere verificato effettivamente il contagio si sono ridotte al minimo. Perciò viva questa fase con tranquillità.
[#26] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
Egregio Dott. in data odierna ho ricevuto risposta per il test fatto al 101 ° giorno: esito negativo; il medico mi ha detto che secondo lui, dato il tipo di rapporto ed i precedenti esiti negativi,non c'e' bisogno di un'ulteriore test a 6 mesi... fin qui tutto tranquillo... recatomi a casa ho controllato il cartellino ove il medico ha scritto l'esito e con molto rammarico ho constatato una scritta che ben non si capisce ma che assomiglia vagamente a positivo. Ho contattato via cavo il medico il quale ha verificato nuovamente l'esito, tramite dettatura del codice anonimo, confermandomi la negativita' riferendomi che forse aveva scritto male dicendo di stare tranquillo in quanto tutto ok.
Adesso che devo fare? Il fatto di avere una scritta errata in quel cartellino non mi fa stare bene, e' giusto rifare il test semmai questa volta in un centro privato e dopo 110 giorni ???? Ed effettivamente posso stare tranquillo senza rifare il test a sei mesi ????? o mi basta semplicemente recarmi dal medico del centro "C" e farmi correggere l'esito? Sembra un'odissea senza fine....
[#27] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
27.07.2011 eseguito in centro privato esame HIV Ag/Ab Combo IV generazione Chemiluminescenza Abbott; esito ricevuto dopo 24 ore : Negativo.
A distanza di 110 giorni da un'ipotetico rapporto a rischio e dopo 4 test eseguiti risultato sempre negativo.... posso tranquillizzarmi o devo comuqnue eseguire nuovamente il test a 6 mesi ??????? Estendo la domanda anche agli altri medici che leggono, considerando il periodo eventualmente di ferie dei professionisti a cui fin'ora ho chiesto consiglio. Grazie
[#28] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Come da protocollo il controllo va fatto ad un anno.
[#29] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
protocollo ad un anno???????? vecchi protocolli parlavano di sei mesi........
[#30] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Lo si esegue per avere una certezza assoluta, anche se le possibilità di positività sono insignificanti.
[#31] dopo  
Utente 201XXX

Iscritto dal 2011
grazie
[#32] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prego!