Utente 201XXX
Salve,vorrei avere una risposta su un problema che inizia nel ottobre del 2009.
Dopo un periodo di grande dolore nella zona sacro-coccigea,nel novembre del 2009 mi hanno diagnosticato e subito operato ad una fistola sacro-coccigea,asportando e richiundendo con punti di sutura la ferita.
Dopo circa 2 mesi di medicazioni e controlli...il dolore è tornato e nell agosto del 2010 mi è stata diagnosticata nuovamente un altra fistola.
Operata di nuovo in breve tempo asportandola ma questa volta lasciando aperta la ferita e facendo le medicazioni a giorni alterni per circa 3 mesi.
Ora ci risiamo..di nuovo il dolore e oggi ho fatto un ecografia sacro-coccigea...il risultato dell'ecografo è questo : L'esame è stato mirato alla regione del sacro-coggigea.Esiti chirurgici con ispessimento dei tessuti cutanei e del derma in corrispondenza della cicatrice.Non evidenti tramiti fistolosi.Profondamente e caudalmente alla cicatrice chirurgica si evidenzia un raccolta fluida corpuscolata circoscritta di circa 15mm di diametro,meritevole in relazione alla sintomatologia riferita di videat chirurgico.
Cosa vuol dire?? E' possibile che è di nuovo tornata? Ci sarà un altro intervento?...nell attesa che vado dal mio medico aspetto una vostra risposta...grazie in anticipo!!!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Soltanto con la visita e prendendo visione della ecografia, si potrà valutare l'entità del problema.Quindi il curante deciderà la modalità di rimozione della raccolta.
Saluti
[#2] dopo  
Dr.ssa Maria Nobili
24% attività
4% attualità
12% socialità
FOGGIA (FG)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Gentile utente,non è specificato se si è trattato di sinus pilonidalis invece che di fistola sacrococcigea.Infatti nel primo caso si tratta di un ciuffo di peli contenuto in una cisti che si appoggia al coccige e si cura solo con l'asportazione totale della stessa, altrimenti sarà soggetta ad infezioni recidivanti.
Comunque è sempre determinante la visita del chirurgo.