Utente 189XXX
salve, sono una ragazza di 22 anni che il 18 settembre 2010 ha subito un intervento per sinus pilonidalis. L'intervento è andato perfettamente, il 27 settembre ho tolto i punti ed era tutto ok, la ferita era perfettamente guarita, nessuna fuoriuscita di pus o liquido e nessun tipo di dolore. L'unico problema era una febbricola che mi sono accorta di avere dopo 2 gg dall intervento. Siccome non passava e il chirurgo dopo varie visite mi ha assicurato non dipendesse dall intervento, ho fatto delle analisi e mi è stata riscontrata un'infezione alle vie urinarie. Sono stata curata in base all antibiogramma e nel giro di un mese fino a fine ottobre ho provato vari antibiotici ma la febbre non è svanita, l ultimo tentativo è stato con gentalyn siringhe x 7 giorni 2 al giorno ma niente anzi stavo peggio. Sono stata ricoverata e mi sono state riscontrate mononucleosi, stafilococco (per il quale ho preso poi il bactrim) e sempre quest infezione alle vie urinarie. Dopo essere stata dimessa e aver eseguito la cura prescritta ho ripetuto le analisi che mostravano sempre una certa linfocitosi e avevo comunque sempre febbre che arrivava massimo a 37.5 soprattutto dipo pranzo e la sera. Ho fatto varie visite, infettivologo ematologo reumatologo e qulsiasi tipo di analisi persino quelle specifiche per malattie immunitarie ma nulla di fatto, solo il fattore reumatico leggermente alto ma comunque nei limiti. Dopo sei mesi ho comunque febbricola e non so cosa pensare. Ho avuto recentemente una cistite e dolore ai reni e m è stato dato 1 antibatterico con il quale sono stata meglio ma la febbricola seppur non superando i 37.3-37.4 c'è sempre. Secondo voi può dipendere dall intervento? perchè i medici che ho consultato dicono che non dipende nè dall intervento nè dall infezione della quale dicono che ho solo i residui, non so cosa pensare

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Per esclusione (ha fatto tutti gli esami del caso ed ha curato le infezioni concomitanti), poichè 37.3 NON E' FEBBRE, si può solo dire che quella possa essere la sua temperatura corporea media.
Se ci fosse stata una suppurazione della ferita la temperatura sarebbe più elevata.

Tramite Internet è impossibile dare un ulteriore contributo...oltre al consiglio di non misurarla più per quanto possa sembrarLe strano e irrispettoso. Ma è quello che consiglierei a mia figlia.
[#2] dopo  
Utente 189XXX

Iscritto dal 2011
non so se sia la mia temperatura corporea dato che comunque quando non mi sento accaldata e stanca per questi decimi la mia temperatura è attorno i 36,5 è che quando ho questa febbricola mi sento stanca e avverto sintomi come se fosse una febbre più forte. la "febbre" infatti non la misuro sempre ma solo quando avverto questo calore improvviso e stanchezza e noto che la temperatura sale, non so se sia il caso di fare un'ecografia sulla parte operata per escludere ogni dubbio
[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Se dipendesse dalla ferita ci sarebbero i "segni locali" dell'infiammazione.

Credo che non ci sia una correlazione, ma se si sentirebbe in tal modo più tranquilla....la faccia.