Utente 185XXX
Buongiorno,
ieri mi sono recata dalla mia dott.ssa per richiesta esami per altri temi.
Le ho fatto notare che da qualche tempo le mie mani (soprattutto all'interno) e le mie labbra sono molto molto secche nonostante usi creme idratanti e burro cacao. Si è insospettita e mi ha provato la glicemia.. risultato 113.
Non sono nè obesa nè sovrappeso anzi direi piuttosto magra, non amo i dolci, non mangio pasta e bevo caffè, te, tisane senza zucchero. Proprio ieri avevo mangiato 3 focaccine alle h 11 e il controllo della dott.ssa è avvenuto alle h 18.30. Bevo quasi 2 lt di acqua al giorno e vado regolarmente in bagno. Mi ha ipotizzato che potrebbe trattarsi di diabete!!! esami recenti non hanno mai riscontrato nulla nemmeno durante le gravidanze (prima gravidanza nel 97, seconda nel 2000). Mia nonna paterna ha avuto il diabete mellito e a mia mamma le hanno da poco riscontrato che è diabetica, credo lo stesso tipo che aveva mia nonna.
Vorrei cortesemente un Vs parere..
Grazie mille

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Antonino Lo Presti
20% attività
0% attualità
0% socialità
MARSALA (TP)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
Gent.ma utente
una sola glicemia, lontano dai pasti, di 113 non ci permette di fare diagnosi di diabete mellito; infatti secondo gli Standard Italiani per la cura del Diabete Mellito 2010 (Società scientifiche AMD-SID): "In assenza dei sintomi tipici della malattia (poliuria,polidipsia e calo ponderale), la diagnosi di diabete deve essere posta con il riscontro, confermato in almeno due diverse occasioni di:
• glicemia a digiuno >126 mg/dl (con dosaggio su
prelievo eseguito al mattino, alle ore 8 circa, dopo
almeno 8 ore di digiuno)
oppure
• glicemia >200 mg/dl 2 ore dopo carico orale di
glucosio (eseguito con 75 g).
Pertanto, vista la familiarità, nonostante sia ancora giovane e magra, solo dopo avere effettuato dei controlli della glicemia secondo gli standard descritti possiamo porre eventuale diagnosi di Diabete Mellito.

Dott. A. Lo Presti
[#2] dopo  
Utente 185XXX

Iscritto dal 2010
Buonasera Dottore,
la ringrazio per la sua celere risposta.
Riguardo al tema, la dottoressa mi ha prescritto degli esami del sangue e delle urine che effettuerò al più presto. Il calo ponderale c'è ormai da qualche tempo. Si magra ma forse sarebbe più corretto dire "prosciugata".
Quasi 14 anni fa ho contratto la tenia e dopo qualche giorno incinta! Ai tempi mi era stata proposta, da un rinomato ospedale milanese, una cura per espellere la tenia con la probabilità che avrei perso il bambino (recentemente quando ho raccontato quest'avventura alla mia dottoressa stentava a crederci comunque...)morale, tenuto tenia, partorito, rifatto esami e della tenia nessuna traccia.
Raccontato questo La mia dottoressa si era convinta che avessi ancora la tenia a distanza di così tanti anni (appunto motivo del mio continuo calo ponderale) e mi ha fatto prendere delle pastiglie... onestamente non ho visto nulla... successivamente mi ha dato dei ricostituenti x 20 gg. la situazione è sempre la stessa..
In ogni caso, prima di fasciarmi la testa, attenderò l'esito degli esami.
cordialmente