Utente 203XXX
Gentili dottori, sono una ragazza di 20 anni e soffro di una forma medio/bassa di acne sul viso da circa quattro anni. Confesso che inizialmente pensavo si trattasse di uno sfogo temporaneo, dovuto principalmente all'età, avendo allora quasi 16 anni e, dunque, di non essermi preoccupata quanto in realtà avrei dovuto fare. Tuttavia dopo meno di un anno ho finalmente deciso di recarmi da un dermatologo il quale mi prescrisse una cura abbastanza efficace ma che, una volta terminata,non mantenne i risultati ottenuti. Ho abbandonato, sicuramente sbagliando, il percorso con il dermatologo iniziando così a sperimentare le cosiddette cure "fai da te", tutte con prodotti farmaceutici ma nessuna di queste efficaci (non per la loro qualità assolutamente, ma in quanto ho capito che per curare l'acne non è proprio il caso di improvvisare cure, è necessario rivolgersi a chi è realmente competente). Lo scorso mese mi sono nuovamente recata dal dermatologo il quale mi ha prescritto la seguente cura:

- Savel latte per la detersione locale;
- Eritromicina, da applicare al mattino, una volta al dì;
- 3 cicli di 14 giorni con una pausa di 7 tra un ciclo e l'altro, di Tetralysal 300;
- Skinoren, da applicare la sera;
- Liposkin compresse, da assumere la sera dopo cena

Ebbene sembrerà assurdo ma durante la prima settimana di cura ho constatato dei miglioramenti visibili e rassicuranti. Miglioramenti che però non sono stabili. La mia pelle alterna settimane di infiammazione, che vedono il viso come peggiorato e tutto arrossato (l'arrossamento è dovuto anche alle macchie di brufoli precedenti, che vanno a sommarsi a quelli nuovi), a settimane dove il viso sembra più pulito, in quanto le macchie sembrano più chiare e i brufoli meno gonfi. Vorrei sapere se questa situazione possa essere causata dalla cura che sto seguendo, quindi se si tratta di una reazione normale. A metà maggio mi recherò nuovamente dal dermatologo per la seconda visita e spero davvero di tornare un pò più serena. So che non è semplice trovare il percorso giusto, purtroppo però l'acne mi crea un forte disagio e ha condizionato fortemente il mio rapporto con le persone, con il tempo sempre più distaccato. Mi scuso se mi sono dilungata troppo e vi ringrazio in anticipo.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Sono certa che riuscirà a reperire la terapia giusta per il suo caso, che solo il dermatologo vedendola, potrà impostare, anche pensando al trattamento degli eventuali esiti post acneici.

Abbia fiducia quindi, saluti
[#2] dopo  
Utente 203XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio per la risposta, mi creda ho molta fiducia e soprattutto speranza. Lei crede che le reazioni "instabili" della mia pelle siano normali rispetto alla cura che sto seguendo? La prossima settimana dovrò fare le analisi per avere un quadro dei valori ormonali, posso comunque tranquillamente seguire la cura o il tetralysal potrebbe creare alterazioni nei risultati?
[#3] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Non commento mai le cure, fra l'altro come potrei non conoscendo il caso?

Saluti