Utente 417XXX
Salve mia madre di 67 anni in seguito ad ecocardiografia di ocntrollo èer fibbrilazione atriale ha avuto il seguente referto:
DIMENSIONE DEL VSX NEI LIMITI;
ATRI(non riesco a decifrare bene ?)dilatati;
ATRIO SX LL CM 5,00;
MITARLE ISPESSITA;
INSUFFICIENZA MITRALICA LIEVE-MODERATA;
INSUFFICIENZA TRICUSPIDALE SEVERA;
PAP : 33,90 HG:
FE: 69,10 %; PERICARDIO INTEGRO.
Volevo capire la situzione cardiologica di mia mamma che non presenta sintomi particolari.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
L'insufficienza tricuspidalica isolata, in assenza di scompenso destro (edemi declivi, ascite, turgore delle giugulari) o sintomatologia clinica (dispnea, astenia), non merita trattamento chirurgico.

Indispensabile una terapia cardiologica specifica che tenda a ritardare i sintomi ed il sovraccarico ventricolare destro, che risulta un altro parametro da tenere sotto controllo.

Bisognerebbe però approfondire il motivo di questa valvulopatia e l'eventuale presenza di stenosi mitralica associata che tuttavia dai dati che riporta non sembra coesistere.

Eseguirei comunque una visita cardiochirurgica di controllo per fare il punto preciso della situazione visitando la paziente e ripeterei ecocardiogrammi seriati(ogni 4-6 mesi), monitorizzando situazione clinica e compenso emodinamico.

Cordialmente
GI