Utente 187XXX
Buongiorno, sono una ragazza di 23 anni molto ansiosa (sono già seguita da anni da una psicologa).
Sono sempre tachicardica, spesso con cardiopalmo. Dovrei fare un ecg per vedere se ci sono extrasistoli in quanto ogni tanto divento aritmica.
All'auscultazione il dottore dice che non si sente niente.
Il battito mi oscilla tra i 100 e i 140.
Ci possono essere conseguenze?
Il cuore dopo un pò può "stancarsi" del continuo sforzo a cui è sottoposto?
Potrei avere una reazione vaso vagale e svenire per questa tachicardia?
Molte grazie per le risposte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
solamente sotto un profilo teorico, una costante tachicardia, oltre a ridurre la qualità di vita, è in effetti una condizione che a lungo andare (ma ci vorranni anni!!) potrebbe dar luogo ad un peggioramento della funzionalità cardiaca.
Saluti