Utente 197XXX
Buongiorno,illustri dottori volevo sapere quali sono gli ospedali a Firenze o in Toscana che eseguono la tecnica laparoscopica per il trattamento dell'ernia inguinale bilaterale....grazie in anticipo per le vs. risposte

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Spero che qualche Collega Toscano possa essere piu' preciso, ma la tecnica laparoscopica e' ormai adottata in tutti gli Ospedali. Rimane pero' da verificare se il singolo paziente possa avere dei vantaggi ad utilizzare questa metodica piuttosto che un'altra. Per esempio, se ci fosse una controindicazione relativa ad effettuare l'anestesia generale e' chiaro che, anche potendo, sarebbe preferibile utilizzare una tecnica diversa.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 197XXX

Iscritto dal 2011
Grazie dott. Spina per la celere risposta....nella struttura ospedaliera della mia città mi hanno proposto un intervento con tecnica tradizionale in anestesia locale.Il dottore che mi ha visitato mi ha anche detto che si potrebbero fare anche entrambe la ernie (dx e sx) nello stesso intervento (è una decisione che si prende al momento mi ha detto).A lei risulta che si può operare entrambe le ernie in anestesia locale nello stesso intervento?
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Senza dubbio! Anzi, in genere anestesia locale e periferica sono le prime scelte in questo tipo di interventi. In caso di anestesia locale tuttavia mi riservo di decidere caso per caso se sia meglio operare in tempi diversi la destra e la sinistra o se invece si possa accorparli nella stessa seduta operatoria. Infine, in casi selezionati, si puo' ritenere invece conveniente optare per la tecnica laparoscopica, che pero' impone l'utilizzo dell'anestesia generale.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Poichè ogni intervento chirurgico può "potenzialmente"
avere delle complicanze,sarebbe buona norma procedere singolarmente.Però se si decide per un'anestesia generale(tecnica laparoscopica)certamente è preferibile il trattamento bilaterale in unico tempo.Lo stesso discorso,anche se in misura minore,vale per l'anestesia spinale.In anestesia locale il trattamento monolaterale e in day-surgery,penso che sia tollerato meglio dal paziente anche se dovrà successivamente operarsi in sede controlaterale.Sulla decisione incidono: preferenze del chirurgo,emotività del paziente,entità della patologia erniaria.
Saluti
[#5] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
gentile utente,

i miei predecessori sono stati chiari, quindi il mio ruolo è confonderle le idee. spero di no.

attualmente l'unica indicazione per il trattamento laparoscopico dell'ernia è la presenza della bilateralità del problema.

il trattamento per via aperta, tradizionale, viste le complicanze possibili come citate dal collega, e soprattutto la dolenzia postoperatoria, sconsiglierebbe il trattamento bilaterale contemporaneo.

per quanto riguarda la sua richiesta, risulta difficile la risposta.

le conviene informrasi presso i più grandi ospedali o presso gli ospedali universitari, chiedendo espressamente se viene eseguito questo tipo di intervento laparoscopico.

cordiali saluti