Utente 207XXX
Buongiorno, sono un ex nuotatore agonistico. A 21 anni ho smesso. Poi dai 28 anni in avanti ho ripreso più volte a nuotare per due - tre anni nella ategoria master. Nei periodi di pausa non facevo sport. Ora ho 45 anni. Dal 2005 mi è stata rilevata la presenza di extrasistole sotto sforzo (anche recentemente alla visita medico/sportiva). 4 - 5 anni fa ho eseguito l'esame Holter senza particolari problemi. Solo il cuore un pò grosso (piuttosto tipico dei nuotatori?).
Quello che volevo sapere è se la regolare attività fisica moderata aerobica può apportare dei miglioramenti alle extrasistoli benigne oppure no.

Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lo sport non fa bene a nessun cuore, contrariamente a ciò che comunemente si crede. In secondo luogo non tutte le extrasistoli sono uguali, ve ne sono di banali e fastidiose che sonora maggioranza e di minacciose , che sono la minoranza quindi sull Holter ci sara sicuramente scritto che tipo di extra si tratti e , visto che lo ha seguito 6 anni fa, lo ripet.
Così come deve seguire un ecocolordoppler cardiaco ed una nuova prova da sforzo, per verificare se le aritmie tendono ad aumentre in relazione allo sforzo oppure a scomparire.
Cordialità
Cecchini
www.cecchinicuore.org