Utente 208XXX
Buonasera, mia mamma è stata operata circa un mese fa del morbo di Crohn dopo 25 anni di malattia. Le hanno asportato circa 18cm di intestino. Il decorso post operatorio è andato tutto nella regola a parte che nelle ultime 3 settimane hanno cominciato a manifestarsi dolori in tutto il corpo quasi sempre negli orari dopo pranzo e cena, qualche linea di febbre, palpitazioni,crisi respiratorie, crisi di pianto, torpore ai muscoli, stanchezza, occhi quasi sempre pieni di capillari rotti. Siamo già andati al prontosoccorso (esami cardiovascolari nella norma) e anche da un neurologo perchè le è stato suggerito cosi visti i sintomi (ha infatti iniziato una cura antidepressiva scatenata probabilmente dalla sofferenza di questi anni)... Mia mamma soffre anche di anemia infatti gli esami hanno rilevato un'emoglobina molto bassa... Durante la malattia ha sempre assunto il cortisone in modo regolare, ma una volta operata le è stato sospeso totalmente.... sinceramente questi problemi cominciano a farci pensare ad un astinenza del medicinale sulla base di alcune ricerche fatte su internet... è possibile?. Ho letti di alcune patologie a livello renale piuttosto gravi una volta che si taglia totalmente il cortisone senza scalarlo.. è vero tutto ciò?. Quali sono i rimedi?. Gradirei un consulto se possibile... ringrazio anticipatamente chiunque avrà la premura e la gentilezza di darmi una risposta a riguardo... buona serata

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
la terapia cortisonica di lunga durata e a discreti dosaggi,se sospesa bruscamente può comportare dolori muscolari e malessere generale.Ma la sospensione è giustificata in concomitanza di un intervento e nell'immediato postoperatorio.Infatti a noi chirurghi non fa piacere somministrare cortisone che potrebbe interferire con i normali processi di cicatrizzazione cutanea e viscerale.Anche la rottura dei capillari richiede la sospensione del farmaco.Penso che recuperando i valori di emoglobina e qualche altro parametro alterato,le cose andranno meglio.
Saluti e auguri
[#2] dopo  
Utente 208XXX

Iscritto dal 2011
Buonasera Dr.Pennetti,
la ringrazio per l'immediata risposta e per avermi chiarito qualche dubbio sulla situazione descritta in precedenza.
Riferirò il tutto a mia mamma e vedremo come andranno le cose con il tempo e con i prossimi esami di controllo.
Grazie ancora di tutto.

Distinti saluti
Buona serata