Utente 197XXX
Buonasera! Chiedo gentilmente un consulto per mio padre di anni 65. Ha sempre avuto qualche problema di circolazione e di edema alle caviglie. Diciamo che alterna fasi in cui le gambe sono più gonfie ad altre in cui sta meglio. Da un po' di tempo a questa parte però ha cominciato ad avere una gamba in particolare molto gonfia e arrossata. Una sera mi spaventai e andammo al pronto soccorso. Gli diagnosticarono una flebite e gli prescrissero antibiotico ed eparina. Ha seguito la cura per dieci giorni ma non ha avuto miglioramenti. Negli ultimi tempi si sono formate anche delle vescichette piene di liquido che si rompono di tanto in tanto.( Perdonate il modo tanto elementare di spiegare tale fenomeno!) Si è sottoposto anche ad una visita vascolare praticando un eco color doppler ma il medico non ci ha detto molto. Gli ha soltanto integrato la cura con delle compresse di cui non ricordo bene il nome (arvenum?)Al momento la gamba è sempre molto gonfia e arrossata e presenta queste vescichette, una delle quali si sta trasformando in ulcera!
Cosa mi consigliate? Di portarlo in ospedale e magari chiedere un ricovero oppure di consultare un altro specialista?
Ringrazio anticipatamente x la gentile risposta.
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
"...praticando un eco color doppler ma il medico non ci ha detto molto" è un risultato discutibile che lascia purtroppo aperte tutte le ipotesi che non è possibile valutare a distanza.
Potrebbe trattarsi di una TVP (Trombosi Venosa Profonda) o più verosimilmente (vescichette piene di liquido) di una linfangite acuta (soprattutto se vi è febbre con brivido).
Ma le ipotesi a distanza in casi come questo lasciano il tempo che trovano.
Probabilmente potrebbe essere opportuna una rivalutazione clinica e strumentale da cui ottenere, come è prassi, una dettagliata relazione.