Utente 191XXX
Gentili dottori, sono una ragazza di 21 anni e soffro di allergia, per cui in questo periodo starnutisco spessissimo, mi cola il naso, mi sento un po' spossata. è da un mese, però,in particolare da un raffreddore abbastanza leggero venutomi in vacanza, che ho la narice sinistra arrossata e un po' screpolata all'interno. la destra mi sembra normalissima, mentre all'interno della sinistra c'è, appunto, un po' di arrossamento e la pelle è ruvida, ci sono dei micro pezzetti di pelle bianca che grattando vengono via, ma nessuna ferita o piaga. la parte rossa mi brucia solo leggermente quando mi cola il naso. ultimamente l'allergia va meglio e mi soffio il naso molto meno, per cui la pelle è sottoposta a meno stress. eppure la situazione è sempre quella, si attenua il rossore con la crema cortisonica, ma poi riappare. ripeto, niente ferite e sangue e questo rossore riguarda solo la parte finale della narice, ma più infondo mi sembra tutto normalissimo (ovviamente non ho nè le competenze, nè gli strumenti per analizzare le mie fosse nasali!). ogni tanto mi prude però, mi dà quel prurito tipico della rinite allergica. la cosa che mi preoccupa un po' è il fatto che è da un mese e mezzo che ho questo "problema" e non riesce ancora a passare del tutto. cosa potrebbe essere? i muchi possono infiammare le narici? quali sono le vostre ipotesi in base alla descrizione? mi sto preoccupando per nulla? Vorrei essere rassicurata in qualche modo perchè sono molto in ansia ed essendo una studentessa fuori sede, non ho un medico di riferimento a cui rivolgermi. qualora voi mi diate delle indicazioni, ne cercherò uno in ospedale. Vi ringrazio anticipatamente per la vostra disponibilità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Corica
40% attività
8% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
La rinite è in tutte le sue forme allergica e non una infiammazione e come tale può dare i sintomi e le complicanze di cui mi descrive gli effetti finali.
E' da valutare se si tratti di allergia o meno .
Pertanto adesso sa cosa fare, uno specialista è il caso suo.