Utente 209XXX
Gentile dottore
Sono un ragazzo di 27 anni. Per motivi di studio vivo ad Amburgo, praticamente uno dei centri colpiti dall'epidemia da E. Coli. Premetto che sono una persona ansiosa e sono spaventatissimo da quello che sta succedendo qui, quindi non so se sono solo delle mie paranoie. Sebbene non abbia avuto tracce ematiche nelle urine o nelle feci (ultimamente sono un po' stitico), sabato scorso ho fatto gli esami del sangue per verificare le mie funzionalità renali, quindi un possibile contagio da E. Coli. I risultati erano tutti nella norma ed il medico mi ha detto di non preoccuparmi (per il momento)... Il giorno stesso il medico mi ha detto anche che dovevo bere molta acqua, pertanto ho cominciato a bere 2 l circa di acqua al giorno (generalmente non bevo così tanto). Adesso, a distanza di 5 gg, mi ritrovo ad avere in continuazione la necessità di urinare, vado in bagno ad urinare tantissime volte (ieri ad esempio ogni due minuti avevo lo stimolo)...non so se è un fattore legato all'ansia o alla paura di questi giorni, ma ho letto che le infezioni delle vie urinarie da E. coli hanno gli stessi sintomi. Devo preoccuparmi? premetto che quando urino le prime volte il colore dell'urina è normale via via va diventando simile all'acqua (nessuna traccia ematica). Durante la minzione non provo alcun dolore... l'unica cosa che ho è lo stimolo continuo di urinare...Può essere legato al fatto che prima bevevo molto poco, adesso bevo tantissimo (più di 2l di acqua al gg).
Grazie mille.
P.S ho la pressione arteriosa 140/100 e le transaminasi a 102 (non so se queste informazioni possono essere utili o meno)
[#1] dopo  
Dr. Filippo Mangione
28% attività
16% attualità
16% socialità
PAVIA (PV)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Si tranquillizzi. Gli esami che ha fatto sono INUTILI; se avesse avuto una delle temibili conseguenze dell'infezione da E. coli (la sindrome uremico-emolitica) le manifestazioni sarebbero state evidenti.
Beva quando ha sete.
Vedo che è in sovrappeso, e la pressione è decisamente superiore a quanto dovrebbe essere in una persona della sua età. Prosegua le misurazioni e le riporti al suo medico.

Saluti
[#2] dopo  
Utente 209XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille