Utente 109XXX
Salve,
a mio marito, ora uomo di 32 anni, è stato diagnosticato il diabete di tipo 1 all'età di 18 anni.
Insulinodipendente da praticamente sempre, ora da qualche hanno porta il microinfusore.
Recentemente è stato sottoposto all'analisi del sangue dal suo diabetologo dalle quali sono risultati valori inerenti la tiroide piuttosto alti (che purtroppo ora non ho qui con me).
Proprio ieri, sempre su richiesta del diabetologo, ha eseguito un'eco tiroidea dal quale è emerso ciò:
Tiroide di volume ai limiti superiori della norma con morfologia regolare.
L'ecostruttura del parenchima ghiandolare appare complessivamente omogenea salvo millimetrico nodulo (mm3,5) al terzo superiore del lobo destro ed uno analogo di circa mm4 al terzo superioire del lobo sinistro.
Trachea in asse.

A questo punto volevo sapere alcune cose.
1) è grave?
2) c'è una correlazione con il diabete?
3) il radiologo ha detto di non preoccuparsi dei due nodulini trovati. Non sarebbe meglio asportarli ed analizzarli?
4) questa tiroidite guarirà con una cura farmacologica?
5) come mi devo comportare di fronte a ciò?
Ringrazio molto già sin d'ora chiunque si interesserà al caso.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Oreste Pascucci
28% attività
0% attualità
16% socialità
LAURIA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
dalle pochissime notizie da Lei fornite, non si evince alcuna tiroidite,nè pregressa ,nè in atto.All' eco la tiroide appare normale,solo la presenza di doduli. Bisognerebbe conoscere se o meno siano presenti gli anticorpi antitireoglobulina ed antiperossidasi e come siano risultati gli ormoni tiroidei.Comunque nulla di grave,stia tranquilla.


Le invio cordiali saluti in attesa di un suo riscontro.