Utente 844XXX
Buonasera,
mio marito,in seguito a un brutto incidente stradale,ha riportato un trauma facciale con multifratture a carico dell'osso mascellare e del mento e conseguente avulsione di 5 elementi dentari dell'arcata superiore.
Ha,quindi,subito un intervento chirurgico che i mendici dicono essere riuscito perfettamente.
Ora è tornato a casa,ovviamente deperito a causa della (scarsa) alimentazione semiliquida.
Vorrei sapere quali saranno,approssimativamente,i tempi di recupero per poter fare un impianto provvisorio dei denti mancanti,in modo tale che possa tornare ad avere una vita normale a tutti gli effetti. (immagino che per quello fisso,prima di 6 mesi non si possa fare...)
Grazie anticipatamente per la gentile risposta.
Distinti Saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio
48% attività
20% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
Una protesi mobile provvisoria probabilmente può farla da subito. Contatti un dentista che visitandolo potrà esser più preciso.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 844XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio per la celerissima risposta!
Avrei un altro dubbio...abbiamo chiesto in ospedale,ma le risposte sono state discordanti e poco chiare...gli impianti(sia quello provvisorio,sia quello fisso)sono coperti dalla mutua e vengono effettuati in ospedale,oppure dobbiamo rivolgerci a un dentista privato?
Anche perché ha avuto una perdita parziale dell'osso,quindi credo che per l'impianto fisso dovrà essere inserita una placca o qualcosa del genere per sostituire l'osso,e non mi pare un intervento che si possa effettuare in ambito ambulatoriale...
Grazie ancora e mi scuso per il disturbo...!
Buonasera,
Cordiali Saluti
[#3] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio
48% attività
20% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2010
Per impianto in odontostomatologia si intende una vite in titanio che inserita nell'osso costituisce per così dire una "radice artificiale" sulla quale si ancorerà un qualche lavoro protesico. Questi impianti non credo vengano coperti dalla mutua con dei distinguo da regione a regione naturalmente (non ha che da chiedere alla asl di appartenenza). Lei però parla di placche per sostituire l'osso mentre le placche sono dispositivi di osteosintesi (non impianti) utilizzati in chirurgia maxillo-facciale (magari per fissare un innesto osseo che dovrà fare) e non per le riabilitazioni protesiche. Chieda meglio ai medici che la stan seguendo sicuramente le sapranno chiarire i dubbi.
Cordiali saluti