Utente 212XXX
Salve, la mia bambina di 8 mesi è affetta da ptosi congenita lieve all'occhio destro. Ho fatto una visita da un ottimo oculista di Milano che esclude per il momento che la ptosi copra l'asse visivo. Il mio problema, in quanto mamma è vedere la mia bimba con lo sguardo che sembra sempre assonnato. Infatti domanda classica che mi viene posta è: Ha sonno? Questa cosa mi fa star male. Mi chiedevo se indipendentemente dal grado di ptosi si poteva intervenire per risolvere questo problema e se l'età lo permette. Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio F. A. Cutrupi
28% attività
4% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
gent.ma Mamma,

comprendiamo bene il suo stato d'animo, come avrà certamente letto da altre parti, le ptosi si classificano secondo parametri, Le ptosi lievi e moderate in cui l’asse visivo sia libero non richiedono trattamento in età pediatrica. normalmente in questi pazienti il trattamento della ptosi ha solo finalità estetiche e la correzione chirurgica sarà posticipata ad un’età che consenta di eseguire l’intervento in anestesia locale (18-20 anni). L'intervento eseguito in pazienti di età pediatrica è la tecnica di sospensione al frontale. I casi in cui la ptosi interessi l’asse visivo andranno incontro ad intervento chirurgico, ma non mi sembra che sia questo il caso.

si rimetta con fiducia nelle mani dell'esperto che ha visitato la sua piccola, credo che le abbia già detto quanto sopra.

ci tenga informati se ne ha piacere.
cordialità