Utente 481XXX
Gentili dottori, approfitto ancora una volta della vostra disponibilità per richiedere un consulto riguardo alla dentatura della mia compagna (naturalmente con il suo permesso; non è praticissima di computer e per questo richiedo io il consulto).

qui uno scatto frontale:
http://img227.imageshack.us/img227/3636/dentilh5.jpg

Ha le gengive degli incivisi inferiori molto basse, i denti sembrano esposti in tutta la lunghezza. Dalla foto non si percepisce molto, ma rispetto alla faccia gli incisivi sono molto lunghi e scoperti. Inoltre, altra cosa che poco si intende, i canini sono spostati davanti agli altri denti, e leggermente piegati verso fuori.

Non ha sintomi o problemi di nessun tipo, neanche estetici (sono coperti dalle labbra anche quando sorride), e per questo il problema è "convincerla" a venire con me dal dentista.

Chiedo quindi il parere del vostro occhio esperto: è una situazione pericolosa? Quali problemi si possono sviluppare da una dentatura di questo tipo? Quali potrebbero essere le terapie mirate a risolvere un eventuale problema?

Vi ringrazio in anticipo per le vostre risposte.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Nessun problema. La conformazione gengivale è consona alla posizione dentale. Bisogna soltanto avere una buona igiene con una tecnica di spazzolamento esatta (tecnica semirotativa con direzione gengiva-dente).
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Marco Capozza
40% attività
4% attualità
16% socialità
TRICASE (LE)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2006
premesso che è meglio non spingere un paziente alla terapia se questa non è espressamente richiesta, dalla foto sembra presente un affollamento dentale e una malocclusione.
Una visita periodica dal dentista è comunque consigliabile.
cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Elio Chello
24% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
Concordo con il Collega sull'affollamento/malocclusione; effettuerei una visita di controllo dallo specialista di fiducia.

Cordiali Saluti

Dott. Elio Chello
[#4] dopo  
Utente 481XXX

Iscritto dal 2007
Ho finalmente convinto la "paziente" a fare una visita dal dentista, l'obiettivo principale è stato raggiunto.

Il fatto che le gengive sembrino così ritirate quindi non è preoccupante? All'occhio di un profano, danno l'impressione che gli incisivi e i canini inferiori stiano per cadere da un momento all'altro.

L'affollamento/malocclusione era già stato diagnosticato in precedenza, ma il costo sia economico che psicologico (alcune donne preferirebbero dolori e sofferenze ad un eventuale apparecchio che leda l'estetica del viso) è un problema che ci costringe a rimandare.
[#5] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Purtroppo ogni giorno nei ns. studi dobbiamo confrontarci con i problemi economici dei ns. pazienti. Credeteci, al di là di qualche eccezzione, le ns. parcelle sono lo specchio dei ns. costi di gestione,che sono diventati altissimi!! Dopo questo piccolo inciso, le consiglio, per il momento, la massima tranquillità, in quanto, mi ripeto, la conformazione gengivale della sua compagna è normale per la posizione dei denti (affollamento). Deve avere soltanto una buona igiene orale con appropriata tecnica di spazzolamento (direzione delle setole = gengiva -dente)
A presto e... Buone Feste.
[#6] dopo  
Dr. Lorenzo Alberti
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Le linee mediane delle due arcate non corrispondono.La cosa può essere di origine dentale, ma anche di origine scheletrica. E' importante stabilirlo, perchè nel secondo caso ci troviamo di fronte ad una dislocazione mandibolare con tutte le conseguenze occlusali del caso: distribuzione disomogenea delle forze (che possono arrivare sino ad 80 kg./cmq.), dinamica articolare alterata, ipertono della muscolatura sovraioidea (tensioni al collo) fino a problematiche posturali. Nei casi più favorevoli i danni sono solo locali e si limitano a retrazioni parodontali (primo segno: le gengive si abbassano), microfratture dello smalto, aumento della sensibilità dentale. Il mio consiglio è di farsi visitare da uno gnatologo esperto. Cordialità Dr. Lorenzo Alberti
[#7] dopo  
Utente 481XXX

Iscritto dal 2007
In seguito all'ultima visita, per la malocclusione le è stato preventivato e consigliato un bite, poichè, secondo il dentista, è impossibile fare altro al di fuori della via chirurgica e della modifica della mandibola.

Sinceramente la scelta del bite mi lascia dubbioso. Non è risolutivo e non capisco in che senso possa migliorare la qualità della vita. E dal momento che è anche costoso, vorrei chiedervi un secondo parere.
[#8] dopo  
Dr.ssa Laura Anna Melone
24% attività
0% attualità
12% socialità
ALPIGNANO (TO)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Gentile paziente,
il bite ha la funzione di impedire i contatti tra i denti. E' chiaro che la sua compagna ha una malocclusione, probabilmente non solo di origine dentale ma anche scheletrica. In questi casi, come sottolineato dal dott.Alberti, le forze masticatorie si distribuiscono in modo disomogeneo sui singoli denti causando fratture, retrazioni gengivali, mobilità dentale, aumento del tono muscolare. Il bite, impedendo il contatto tra le due arcate e ristabilendo dei contatti puntiformi, "scarica" i denti e la muscolatura dall'iperlavoro causato dalla malocclusione.
Per queste ragioni, il bite non corregge la malocclusione (che comunque data l'età sarebbe correggibile solo da un punto di vista dentale e non scheletrico) ma ne cura le conseguenze.
Rimango a disposizione per chiarimenti
Cordiali Saluti
Dott.ssa Melone Laura Anna
[#9] dopo  
Utente 481XXX

Iscritto dal 2007
Ritiene quindi il bite indicato e necessario? Il beneficio è abbastanza importante da giustificare il costo e il fastidio di doverlo portare?

Mi incuriosisce "aumento del tono muscolare": la mia compagna ha i muscoli della mandibola particolarmente sviluppati, è una caratteristica importante (ma non negativa, è bellissima!) del suo viso. E' dovuto alla sua situazione dentale? Potrebbe cambiare qualcosa in seguito al bite?

Il bite andrà portato TUTTE le notti e per sempre?
[#10] dopo  
Dr.ssa Laura Anna Melone
24% attività
0% attualità
12% socialità
ALPIGNANO (TO)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
l'aumento del tono muscolare dei masseteri (che lei definisce muscoli sviluppati) è generalmente dovuta a un'aumento della loro attività muscolare. Di solito, tale attività aumentata si esplica principalmente durante le ore notturne mediante serramento (stringere i denti forte) o bruxismo (digrignare i denti). Pensi a un giocatore di tennis: la muscolatura del braccio destro è molto sviluppata perchè allenata diversamente dal braccio sinistro. La stessa cosa accade nei muscoli del volto. La notte sono iperattivi e quindi lavorando di più si "allenano" di più sviluppandosi maggiormente in volume e forza. La situazione dentale non ha implicazioni, ma il bite andrà portato tutte le notti. Ciò che cambierà in seguito al bite sarà apprezzabile solo da un occhio clinico esperto che noterà una riduzione della tonicità muscolare con lieve riduzione del volume dei muscoli stessi. La sua fidanzata continuerà ad essere bellissima così come oggi la vede, ma con la dentatura mutualmente protetta dal bite e la muscolatura rilassata.
In bocca al lupo!
Dott.ssa Melone Laura Anna
[#11] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Mi scusi, ma ci eravamo lasciati a Dicembre con un problema di disallineamento dentale e oggi la ritrovo con un problema parafunzionale! Vorrei capire qual'è il problema primario che la sua compagna deve risolvere, la maloclusione o il serramento?
Mi faccia sapere, e... a presto
[#12] dopo  
Utente 481XXX

Iscritto dal 2007
In realtà di problemi non ne ha mai avuti, nessun fastidio o sintomo. Il bite l'ha consigliato il dentista dopo la visita.

Non serra i denti di notte, ne sono abbastanza sicuro, diverse volte ho passato notti sveglio a lavorare al computer nella stessa stanza dove dorme. Solo in una occasione ho sentito un "tac tac tac" ma poi sono stato attento ed è stato un episodio isolato (e differente dal serrare o digrignare i denti, era un rumore di denti battuti). Non ha denti indolenziti o cose del genere al mattino. La superficie dei denti sembra normale e non erosa. Insomma, se lo fa, lo fa silenziosamente e senza conseguenze apprezzabili ad occhio nudo.

Per la malocclusione, è evidente, ma visto che il bite non la correggerà mi rimane sempre il dubbio: vale la pena spendere (tanti) soldi e "patire" un bite in bocca tutte le notti? Il beneficio mel'ha spiegato esaurientemente la dottoressa Melone: cosa può succedere invece se il bite non viene usato?
[#13] dopo  
Dr.ssa Laura Anna Melone
24% attività
0% attualità
12% socialità
ALPIGNANO (TO)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Gentile Utente,
il bite solo inizialmente viene "patito" in quanto ovviamente avere un corpo estraneo in bocca richiede abitudine.
Le conseguenze del non utlilizzo possono andare da disfunzioni di tipo articolare, muscolare (od eventualmente all'aggravamento di quest'ultime se già presenti) al nulla. Non è possibilie prevedere una prognosi se non abbiamo una diagnosi certa (ovvero il perchè il suo odontoiatra ha prescritto alla sua fidanzata il bite).
Cordiali saluti
Dott.ssa Melone Laura Anna